Promozione: Pedona-Albese, una resa dei conti “sportiva”? Panca-Busca l’altro big-match

0
217
Foto Federico Rava

Un remake di altissimo livello ed un altro big-match che può valere tanto. Questi i piatti più succulenti offerti dal menu della quattordicesima giornata del girone C di Promozione, l’ultima del 2019.

Cosa troveranno sotto l’albero di Natale le sedici squadre partecipanti? A chi il carbone ed a chi un dolce regalo?

Di certo, sono Villafranca ed Albese ad augurarsi un presente a forma di primato in solitaria. Già, perchè entrambe le squadre che comandano la classifica vivranno un’ultima domenica per cuori forti.

L’impegno più atteso è dei langaroli, chiamati al terzo incrocio stagionale con il Pedona. Una partita non casuale: il ritorno di Coppa di novembre lasciò non pochi strascichi polemici, con Perlo che accusò i borgarini di una sorta di caccia all’uomo. Sarà un’altra guerra? Oppure le squadre, riconoscendo la diversa portata di un match di campionato, eviteranno “errori” che potrebbero essere pagati con squalifiche ed infortuni? Sarà il campo a parlare.

I Caputo-boys, invece, giocheranno a Barge contro l’Infernotto, in un match tutt’altro che da sottovalutare. I ragazzi di Ghio, dopo il campionato-sorpresa dello scorso anno, hanno dimostrato di essere ormai una certezza: 19 punti fatti e tanta solidità, come confermato dal 4-2 al Sommariva Perno di mercoledì e dal ko in extremis proprio contro l’Albese di domenica scorsa.

La prima inseguitrice, ora, è il Busca, chiamata però subito a difendere il terzo posto appena conquistato in un big-match. I grigi, infatti, giocheranno a Pancalieri contro il Castagnole, che dista appena due punti e che medita il sorpasso.

Nel mezzo, il Cavour, a cui spetta il compito sulla carta più agevole contro l’Azzurra. Occhio, però: Fenoglio “gira da dio” ed i morozzesi sono in uno stato di forma pressoché ottimale.

Sognano di rientrare nelle prime cinque, invece, Cheraschese e Valle Varaita. Per i lupi, sfida non impossibile contro il Csf Carmagnola, alle prese con esuberi ed arrivi e con tanta voglia di fermarsi per riorganizzare le idee con un nuovo mister. I ragazzi di Giordana, invece, chiudono in casa nel derby con la Montatese, in ripresa dopo la prima vittoria stagionale ma comunque “alla portata”.

Chiudono due incroci cruciali in chiave-salvezza: Carignano-Nichelino Hesperia e Piscineseriva-Sommariva Perno, quattro squadre che hanno voglia di riscatto per salutare il 2019 con un sorriso.

Infine, nel girone D c’è Carrara 90-Santostefanese: Isoldi-boys ampiamente favoriti in un matchche potrebbe garantire loro la permanenza nella top-5 durante la pausa.