Cuneo: gli alberi del parco giochi di Largo Caraglio si addobbano a festa per Natale

All'iniziativa, organizzata dal Comitato Centro Storico, parteciperanno gli alunni dell'Istituto Comprensivo Corso Soleri

0
103

Dopo essere stati protagonisti, con i loro lavori e i laboratori di strada, alla Festa d’Estate, gli alunni dell’Istituto Comprensivo Corso Soleri di Cuneo, anche quest’anno per  il Natale ritornano nel centro storico. Dal 13 dicembre, addobberanno con originali decorazioni gli alberelli del parco giochi di Largo Caraglio. Ogni lavoro sarà realizzato con materiale di recupero. Ogni giorno, fino alla vigilia di Natale ci sarà un susseguirsi di bambini e di ragazzi impegnati a posizionare sui rami il frutto della loro creatività.

Vuole essere un regalo ai residenti e a chi nella vicinanza delle feste vorrà scoprire un angolo di Cuneo – commentano dal Comitato Centro Storico – In questo progetto sono stati coinvolti alunni ed insegnanti dei diversi ordini di scuola: dall’infanzia alla secondaria di primo grado. L’intenzione degli adulti è quella di far vivere il Centro storico e di creare un legame di appartenenza tra le nuove generazioni e i luoghi in cui vivono.

Il parco giochi è un luogo di incontro. uno spazio aggregativo che vive soprattutto d’estate. Spesso è bistrattato e non sempre chi ne usufruisce ha cura di lui. Rivestirlo a festa può essere un’occasione per riscoprirlo e andarne fieri. Non saranno installazioni importanti, ma semplici ed entusiasmanti come l’impegno che tutti hanno dedicato.

L’iniziativa è aperta anche a singoli bambini, magari provenienti da altre zone della città che potranno contribuire all’addobbo degli alberi appendendo ai rami una loro decorazione.
Come sempre al fianco di queste iniziative c’è il Comitato Centro Storico e i numerosi esercizi commerciali della zona che sosterranno il progetto offrendo per giovedì 19 dicembre dalle 16 alle 17.30 una simpatica merenda natalizia. Partner dei ragazzi creativi il Comune di Cuneo attento e disponibile ad accogliere questi piccoli segnali di amore per la città.” concludono dal comitato.