Carrù: la Fiera del Bue Grasso celebra la 109^edizione facendo rete con il Cappone di Morozzo (FOTO E VIDEO)

Tutti i giorni da giovedì 12 a domenica 15 dicembre dalle 8 del mattino fino a tarda serata “Bollito No Stop”.

0
803

La Fiera del Bue Grasso di Carrù raggiunge quest’anno la 109^ esima edizione: più di cento anni all’insegna della tradizione e dell’innovazione.
Questa sera, sabato 30 novembre, il Sindaco Stefania Ieriti, ha ufficialmente inaugurato i festeggiamenti presentando tutte le novità e tagliato il nastro, o meglio il bollito, che segna l’inizio dell’edizione 2019.

Una quattro giorni, che si svolgerà da  giovedì 12 a domenica 15 dicembre, che puntata a valorizzare il comune attraverso le specialità enogastronomiche e la bellezza del territorio.

Una Fiera che punta a diventare Internazionale e che ha saputo migliorarsi nel corso degli anni grazie non solo all’amministrazione, ma soprattutto grazie ai tantissimi volontari che aiutano la Pro Loco, rappresentata oggi dal suo Presidente Gino Nasari, che oggi ha ricevuto, insieme al Presidente dell’Anaborapi, Guido Garnero, una targa, simbolo della gratitudine del Comune per tutto il lavoro che questi due enti svolgono.

Grande novità di quest’anno, l’elezione da parte del pubblico del “Re” della Fiera, cui verrà consegnata la moscarola, donata da Barbara Rosso.

La provincia di Cuneo, come evidenziato dal Consigliere Pietro Danna: «mostra una grande capacità di saper fare rete» e ne è la prova la “navetta del gusto”, che metterà in comunicazione la Fiera di Carrù con quella del Cappone di Morozzo, portando i visitatori da un paese all’altro dalle 10 alle 16.

Moltissime le autorità intervenute a questa serata di presentazione, presente anche
Maria Paola Azzario, Presidente UNESCO Torino, che ha presentato il Convegno dedicato alle scuole e spiegato l’importanza di agire e valorizzare le eccellenze locali sentendosi parte di un unico territorio. In video alcuni momenti del suo discorso:

La Fiera del Bue Grasso di Carrù da quest’anno vanta un sito dedicato, tradotto in inglese e verrà strutturata come segue:

IL PROGRAMMA

Domani, domenica 1 saranno allestiti i Mercatini di Natale in Piazza Divisione Alpina Cuneense, mentre domenica 8 dicembre sarà la volta del Presepe d’Autore, che in questa 18esima edizione è affidato all’artista Diego Origlia e all’Associazione “Amici di Carrù.

Giovedì 12 si entrerà nel vivo con la rassegna zootecnica, che si svolgerà dalle 6 alle 13, con tutte le tradizionali categorie, ad eccezione dei buoi, che saranno esposti e premiati domenica 15.

La Fiera del Bue Grasso, come anticipato, non è solo la festa della razza bovina piemontese, infatti, venerdì 13 è in programma un Convegno UNESCO, dedicato alle scuole cui parteciperanno circa 200 studenti.

A seguire, alle ore 21, presso il Teatro Vacchetti verrà consegnato il “Bue d’Oro” all’Onorevole Fabiana Dadone e al Colonnello del Ruolo d’Onore dell’Esercito Italiano e atleta para olimpico Carlo Calcagni. L’evento sarà occasione per consegnare la costituzione ai diciottenni e partecipare al convegno “Le sfide di oggi per un domani migliore. Vietato arrendersi”.

L’Asta Mondiale del Bue Grasso sarà sempre allestita presso l’Ala Borsarelli e si svolgerà sabato 14 dicembre alle 10.30. Domenica 15 in mattinata è in programma la tradizionale rassegna zootecnica con i buoi in piazza Mercato, dalle 7 alle 13 e l’elezione del Re dell’edizione 2019. Alle ore 17.15, Carrù chiuderà i festeggiamenti con lo spettacolo piro-musicale in Piazza Divisione Alpina Cuneense.

Tutti i giorni da giovedì 12 a domenica 15 dicembre dalle 8 del mattino fino a tarda serata “Bollito No Stop”.