Tra tradizione e innovazione: l’importanza delle osterie in Fiera ad Alba (VIDEO)

0
307

“Facciamo i conti con l’oste!” è il titolo dell’ultimo incontro ospitato nel Cortile della Maddalena ad Alba nell’ambito della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, studiato per raccontare la scelta di redigere un documento che racconti i luoghi simbolo della nostra grande tradizione culinaria: le osterie.

Tema della Fiera 2019 è stato infatti l’equilibrio perfetto, non solo tra i sapori in tavola ma anche tra tradizione e innovazione. Qui si collocano perfettamente le osterie, custodi dell’identità tradizionale dei cibi e delle loro peculiarità. Gli osti, quelli veri, sono coloro i quali hanno saputo condurre tale identità e l’osteria è il teatro adeguato da imitare, sviluppare e proteggere.

“Il tema di questa Fiera era proprio la tradizione e l’intavolazione – afferma il Presidente dell’Ente Fiera Liliana Allena – Le osterie sono proprio il cuore, la tradizione, le radici del nostro territorio, che poi si evolvono e ci regalano questi ristoranti stellati di cui noi dobbiamo essere fieri. 15 giorni fa abbiamo portato a casa altre due stelle, la seconda di Mammoliti e la stella a Fre a Monforte, ma soprattutto le stelle sono importanti perchè sono il divenire della trasformazione delle materie prime e delle eccellenze di questo territorio. Noi abbiamo il tartufo bianco d’Alba, le nocciole, i formaggi i nostri grandi vini ma soprattutto abbiamo donne e uomini che le trasformano e ci fanno provare emozioni vere, ci raccontano, ci narrano, e questo è il segreto vincente che accompagna la nostra Fiera in tutto il mondo”.

Le fa eco il Direttore dell’Ente Fiera Stefano Mosca “Questa è un’edizione che ha avuto come immagine simbolo un tartufo che poggia su un uovo, l’equilibrio perfetto, due ingredienti che ben si sposano. Ma l’equilibrio è anche quello tra innovazione e tradizione, e in questo caso tra quella che è la tradizione delle osterie del territorio, e l’innovazione che è quella rappresentata dai molti chef che hanno frequentato questo luogo. La sala che ha ospitato 41 chef stellati provenienti da tutto il mondo facendo i loro cooking show. Anche le osterie pensiamo facciano innovazione, ma sicuramente sono i protagoniste nel tramandare la tradizione. Se oggi sul territorio ci sono grandi chef stellati è perchè c’è una grande tradizione gastronomica che le osterie hanno contribuito a tramandare”.

Alla presentazione, insieme allo chef stellato Dvide Palluda, hanno partecipato anche Luca Iaccarino, Paola Gula e Pierottavio Daniele.

La presentazione della nuova Carta Osterie nel video di Alice Ferrero Image per Ideaewbtv.it