Tra Bra e Lavagnese vince la pioggia: un altro rinvio “ferma” la risalita dei giallorossi (VIDEO e FOTO)

Mercoledì 4 o 11 dicembre, le date possibili per il recupero. Bra che deve, anche, recuperare la trasferta a Verbania (calendarizzata per mercoledì 27 novembre alle 15 al "Carlo Pedroli")

0
893
(foto Danilo Lusso - Ideawebtv.it)

L’Attilio Bravi ha dovuto “alzare bandiera bianca”.

Pochi minuti dopo le 15, il signor Poto della sezione di Mestre con in mano il pallone e accompagnato dai capitani Alessandro Rossi (Bra) e Simone Basso (Lavagnese), ha sbrigato le consuete operazioni di sopralluogo del terreno di gioco (in programma in caso di maltempo). La tanta pioggia, scesa copiosa da venerdì sera e battente (anche) durante l’ultimo sopralluogo, non ha permesso alle due formazioni di affrontarsi, con la palla che in più punti si è fermata a causa dell’acqua. Bra e Lavagnese si erano riscaldate sul nuovo sintetico a 11 adiacente (sul quale, dopo il rinvio, i padroni di casa hanno sostenuto una seduta d’allenamento ndr) mentre la terna arbitrale aveva già tastato il rettangolo di gioco per due volte. Rinvio reso ufficiale alle ore 15,05 circa.

Mercoledì 4 o 11 dicembre, le date possibili per il recupero. Bra che deve, anche, recuperare la trasferta a Verbania (calendarizzata per mercoledì 27 novembre alle 15 al “Carlo Pedroli”). I giallorossi di mister Daidola non scendono in campo (in una partita ufficiale) dal 10 novembre scorso: al “Bravi” fu 1-1 con la Caronnese. In casa braidese, rinviato il debutto del neo-tesserato e franco-algerino Loic Kharoubi (centrocampista offensivo classe ’93).

Queste le formazioni ufficiali che avrebbero dovuto affrontarsi oggi pomeriggio

Bra: Bonofiglio, Olivero, Ciccone, Rossi, Tos, Cuoco, Tuzza, Brancato, Capellupo, Casolla, Armato.
A disp: Pietropaolo Novallet, Kharoubi, Petracca, Sarr, Mella, Cucchi, Vergnano, Ghidinelli, Bosio.
Allenatore: Fabrizio Daidola.

Lavagnese: Nassano, Mannucci, Casagrande, Queirolo, Bagnato, Di Lisi, S. Basso, G.M. Basso, Righetti, D’Orsi, L. Oneto.
A disp: Ventura, Di Vittorio, Avellino, Lamonica, Durand, Biancato, Bonaventura, Bellucci, Perasso.
Allenatore: Giovanni Nucera.

Arbitro: Poto di Mestre (assistenti: De Nardi di Conegliano e Castagna di Verona).