Juniores Nazionale A: Borgosesia e Savona contro le cuneesi nella decima giornata

A causa dell'impraticabilità del campo di gioco il match BRA-SAVONA in programma per domani, sabato 16 novembre, Campionato Nazionale Juniores, è stato rinviato a mercoledì 20 novembre ore 14.30.

0
132

Dopo il derby nell’ultimo sabato di Juniores Nazionale Girone A, Bra e Fossano si apprestano ad affrontare la decima giornata di campionato.

POSTICIPO: A causa dell’impraticabilità del campo di gioco in seguito alle abbondanti precipitazioni nevose, di comune accordo, le due società hanno disposto il rinvio della gara BRA-SAVONA in programma per domani, sabato 16 novembre, Campionato Nazionale Juniores, a mercoledì 20 novembre ore 14.30.

Il Bra di mister Pisano ed i suoi ragazzi, dopo la convincente vittoria di sabato scorso, ospiteranno la prossima settimana al “Attilio Bravi” il Savona, reduce da una dura sconfitta per 4-2 contro la Sanremese.

I giallorossi attualmente si trovano ad un solo punto dalla vetta, dopo aver battuto il Fossano hanno accorciato la distanza proprio sugli azzurri.

Massimo Frattolillo e la sua squadra invece andrà in terra ligure per affrontare il Borgosesia, ancora in corsa per un posto nell’olimpo.

I padroni di casa arrivano da tre vittorie consecutive, l’ultima sconfitta? Quasi un mese fa, più precisamente il 19 ottobre contro il Bra.

Il Fossano dovrà dunque tirarsi su le maniche e dimostrare che la sconfitta nel derby, è stata solo frutto di una giornata storta e nulla più.

A tal proposito, Massimo Frattolillo ha parlato ai nostri microfoni, preparando anche tutti noi alla gara di sabato.

“Si riparte dalla sconfitta volendo far meglio, abbiamo fatto la nostra settimana, analizzando le cose positive e quelle negative.

La sconfitta è stata una crescita, è la prima della stagione e dopo sette vittorie ed un pareggio, è accettabile il risultato del derby.

Il Borgosesia è una buona squadra, per la gara dipenderà anche chi scenderà dalla prima squadra perchè giocatori più esperti possono fare la differenza.

Diventa fondamentale capire chi ci sarà in campo dalla prima, questo però forma i nostri ragazzi dandogli l’esperienza che serve per affrontare il campionato dei “grandi”.

Vogliamo far meglio e dimostrare sul campo la nostra bravura, bisogna sempre rialzarsi dopo una sconfitta.”