“Bandiera Verde Agricoltura” premia Marco Bozzolo

0
94

Con una cerimonia svolta ieri in Campidoglio a Roma, Cia è tornata premiare, per la XVII edizione, l’agricoltura migliore secondo specifiche categorie. Nel Cuneese il riconoscimento è andato a Marzo Bozzolo, titolare dell’omonima Azienda Agricola a Viola.

Situata nella Valle Mongia, nella Val Tanaro, l’Azienda Agricola Marco Bozzolo è collocata al centro di un anfiteatro naturale circondato da montagne dove il paesaggio si caratterizza per la presenza di grandi estensioni di castagneti. La vecchia azienda di famiglia recentemente recuperato dal giovane titolare che ha fatto della ruralità e della scoperta di antichi mestieri una ragione di vita non solo professionale. Oltre alla produzione di castagne si realizzano in azienda prodotti derivati con tecniche e strumenti tramandati nel tempo, come ad esempio la riqualificazione del vecchio essicatoio.

Ad arricchire l’offerta, il castagneto didattico che fa immergere i visitatori nella secolare cultura castanicola. Tutti i castagni sono sottoposti a regime di agricoltura biologica e ricadenti nell’areale di produzione “Castagna di Cuneo IGP”. In definitiva, un esempio di come la voglia di fare agricoltura di qualità e di legare il territorio all’offerta produttiva, possa portare a risultati eccellenti anche in termini di sviluppo sostenibile e che, quindi, può rientrare a pieno titolo tra le esperienze vincenti di Bandiera Verde Agricoltura.

I premi Bandiera Verde – spiega il direttore provinciale Cia Cuneo Igor Varrone, presente alla cerimonia di assegnazione – dimostrano ancora una volta l’evoluzione della figura dell’agricoltore come imprenditore multitasking, capace non solo di produrre dai campi ma di preservare il territorio e qualificarlo attraverso la custodia delle tradizioni rurali. Siamo fieri di Marco, rappresentante di un’agricoltura giovane e di qualità del nostro territorio”.
Commenta Bozzolo: “Il premio, per me, è un grande riconoscimento al duro lavoro che è stato fatto in questi anni. Per questo, dedico Bandiera Verde anche alla Cia di Cuneo e in particolare a Igor Varrone. Fare impresa è già complesso e in montagna lo diventa ancora di più, ma ci crediamo profondamente perché la montagna risponde esattamente a tutti i requisiti di sostenibilità, sempre più richiesti anche dal mercato”.

Altri riconoscimenti nazionali, oltre alle aziende, sono andati al film “Aspromonte-la terra degli ultimi”, in sala dal 21 novembre, diretto da Mimmo Calopresti e interpretato da Valeria Bruni Tedeschi e Marcello Fonte (“Dogman”) e allo chef Giorgione, straordinario interprete di una cucina ispirata alle tradizioni del mondo rurale e accessibile al vasto pubblico di Gambero Rosso Channel, dallo stile autentico, lontano dai clamori mediatici e dalle diffuse tendenze verso la cucina gourmet, molto vicino agli agricoltori, agli allevatori, agli artigiani del buon cibo.

c.s.