Volley B2/F: un’ottima L’Alba Volley espugna il campo dell’Ascot Labormet

0
539

E’ iniziato nel migliore dei modi la prima stagione in B2 per L’Alba Volley che, dopo la convincente vittoria centrata all’esordio con la Playasti Chieri, si è ripetuta domenica andando ad espugnare il difficile campo del Lingotto strappando due punti pesanti all’Ascot Labormet2 To Play. Una partita che ha visto le torinesi partire bene aggiudicandosi il primo parziale, prima del prepotente ritorno delle ragazze di Salomoni che effettuano il sorpasso aggiudicandosi addirittura a 9 il terzo parziale. Una battuta a vuoto nel quarto set regala all’Ascot il tie break ma nel quinto e decisivo set una rimonta dei carattere delle albesi vale i due punti e una terza posizione decisamente incoraggiante.

“Sapevamo che sarebbe stata una partita molto difficile su un campo ostico come quello del Lingotto, e così è stata – afferma la dirigenza albese – Il primo set se lo sono aggiudicate le nostre avversarie a 21, poi nel secondo le nostre ragazze sono salite in cattedra, hanno imposto un buon ritmo alla gara, hanno vinto il parziale a 22 mentre nel terzo set hanno surclassato letteralmente le avversarie lasciando loro solo 9 punti. Nel quarto e decisivo parziale abbiamo peccato di discontinuità, abbiamo commesso troppi errori in battuta e regalato a 21 il set alle torinesi. Nel tie break siamo partite male, poi pian piano siamo rientrate in partita sino al 13-11 per l’Ascot, quando abbiamo inanellato quattro punti consecutivi che ci hanno consentito di chiudere la contesa 13-15. Si tratta di due punti importantissimi per una squadra all’esordio nel campionato di B2, la seconda vittoria consecutiva che certifica come abbiamo iniziato bene il torneo.

Sabato ci attende una gara estremamente difficile in casa con il Romagnano Sesia, squadra molto esperta che lo scorso anno ha lottato sino alla fine per l’accesso alla B1. Sarà difficilissimo, noi se riusciremo a mantenere il livello della partita precedente ma migliorare in continuità potremo giocarcela, se no sarà davvero dura”