Volley A3/M: Cuneo si ferma sul più bello. San Donà espugna il PalaUbiBanca con una super-rimonta

Avanti 2-0, i biancoblu cedono 3-2 contro la squadra di Totire, trascinata da Bellei, Margutti e Cioffi

0
285
Un momento del match (Foto Ideawebtv.it)

Cuneo bella solo a metà. Esordio con profondo rammarico per la BAM Acqua S.Bernardo Cuneo che gioca e diverte per due set e, poi, soccombe sotto i colpi dell’Invent San Donà di Piave che si regala una rimonta da sogno al Pala Ubi Banca e conquista, con merito, due punti in questa trasferta in Granda.

Può “mangiarsi le mani” la formazione di Serniotti, fermatasi proprio sul più bello e che, nonostante le difficoltà, stava quasi per ribaltare un 4° set in salita: al tie-break, i biancoblu sono stati poi affondati dai muri di un super Cioffi, che si iscrive a pieno titolo fra i migliori in campo, sontuoso così come l’MVP Bellei (autore di 27 punti) e Margutti (26). Alti e bassi, quindi, su cui il tecnico piemontese dovrà lavorare in settimana, per preparare al meglio la prima trasferta stagionale, a Trento.

SESTETTO CUNEO

In regia Cortellazzi, opposto Prolingheuer; centrali Focosi e Sighinolfi, in banda Galaverna e Casoli, libero Prandi

SESTETTO SAN DONA’

Al palleggio Piazza, opposto Bellei; in mezzo Cioffi e Polo, schiacciatori Margutti e Cristofaletti, libero Santi.

PRIMO SET

Apre il primo tempo vincente di Sighinolfi, 1-0. Prima fase combattuta, anche se con qualche sbavatura di troppo, da una parte e dall’altra: Bellei in pallonetto sbroglia uno scambio confuso (3-5), mentre Cuneo alza bene i centrali, andando a -1 con il muro di Focosi (4-5). Cortellazzi apre bene il gioco, gli avanti biancoblu tengono i piemontesi a contatto (8-9). Sull’8-11 Serniotti ferma il gioco. Reazione cuneese, che assesta un 4-0 di break, con un bel turno di servizio di Focosi, che trova anche un ace (12-11). Squadre a contatto, Galaverna con un muro prima o con un bell’attacco poi, tiene a +2 i suoi (18-16). Ancora protagonista lo schiacciatore cuneese, che stoppa Bellei, costringendo coach Totire a chiamare time out (19-16). San Donà risale dal 20-17 al 20-19 sulle spalle del solito Bellei, Galaverna la ricaccia indietro con il mani out del 21-19. BAM che scappa al momento giusto: il muro solitario di Prolingheuer regala cinque set ball ai padroni di casa (24-19). Al secondo, chiude Focosi in primo tempo (25-20).

SECONDO SET

Cuneo parte forte: 5-2 secco e time out ospite. San Donà, con pazienza, risale e riprende gli avversari: la pipe out di Galaverna e il muro di Bellei firmano il sorpasso dopo un break di 6-2 (7-8). BAM che torna a spingere sul servizio sempre insidioso di Galaverna: muro Casoli-Sighinolfi per il 12-11. Ospiti che tengono e non lasciano scappare gli avversari: Bellei da posto due sigla il 17 pari, Serniotti richiama i suoi in panchina. Prandi salva di puro istinto, Galaverna mura (19-18): Bellei incrocia fuori, +2 BAM (20-18). L’opposto biancoazzurro, comunque, continua a tenere a galla i suoi: altro punto, 22-21. Cuneo si conquista tre set point: il video-check certifica il 25-21.

TERZO SET

Piemontesi che provano a condurre il gioco sin dalle prime battute: il primo tempo di Sighinolfi vale il 5-3. Come nei precedenti parziali, però, le due compagini rimangono fianco a fianco: in questa fase bene Margutti, più volte a segno, e che griffa il 9-9. Dopo un punto contestato assegnato a San Donà, che mette la freccia sull’11-12, Serniotti decide di fermare il gioco per rimettere ordine fra i suoi. Inerzia che sembra cambiare: il muro respinge due volte Bellei, Piazza apre su Margutti che da zona 4 fa 11-14. Invent che allunga: ace di Cioffi, 13-18 con Serniotti che inserisce il secondo libero Armando. BAM che prova a rifarsi sotto ma Bellei e Cristofaletti non smettono di picchiare duro, 17-23. Uno scatenato Bellei consegna cinque palle per mandare il match al 4° set a San Donà: Casoli annulla il primo (20-24). Margutti con una zampata fa 20-25, 2-1.

QUARTO SET

Cuneo che prova subito a scuotersi: muro di Galaverna, 4-2. Il match resta ancora una volta sul filo dell’equilibrio: a Casoli risponde Bellei, 9-9. Ace di Polo, Cioffi dice “no” a Prolingheuer, 10-12 e time out Serniotti. Biancoblu che appaiono sulle gambe: Bellei senza muro colpisce, poi Cioffi mura ancora (11-15). Serniotti corre ai ripari con Testa per Cortellazzi. E la reazione c’è: Prolingheuer suona la carica, il muro riaccende il Pala Ubi Bamca (14-15 e time out Totire). Bellei è però incontenibile e ricaccia indietro i padroni di casa: 15-18 e stop chiesto da Serniotti. Mani out di Cristofaletti, torna in campo Cortellazzi (15-20). Cuneo non molla: Casoli colpisce, Focosi mura (19-21). Cristofaletti spara fuori, -1 BAM e time out Invent (20-21). Cuneo difende con i denti, il suo oppostone tedesco punisce, 22 pari. San Donà però ne esce e si guadagna due set ball: un’invasione a muro annulla il primo (23-24). Chiude il mani out di Cristofaletti (23-25).

QUINTO SET

Dopo una lunga pausa si riparte: ospiti avanti 1-2. Due mani out consecutivi per Prolingheuer, 3-2. Cioffi sale in cattedra e stoppa tutto quello che passa dalle sue parti (3-6). Il centrale ospite è in stato di grazia e ferma pure Galaverna, 3-8 al cambio di campo. Testa per Cortellazzi sul 4-10. Bellei mostruoso in questo tie-break: altro muro, 4-12. Otto i match point (6-14): chiude Margutti al secondo tentativo, 6-15.

BAM ACQUA S.BERNARDO CUNEO – INVENT SAN DONA’ DI PIAVE 2-3 (25-20, 25-21, 20-25, 23-25, 7-15)

CUNEO: Cortellazzi 1, Prolingheuer 25, Focosi 11, Sighinolfi 10, Casoli 11, Galaverna 15, Prandi (L). Testa, Armando (L2). NE: Oberto, Chiapello, Rainero, Beghelli, Picco. All. Serniotti.

SAN DONA’ DI PIAVE: Piazza 2, Bellei 27, Cioffi 13, Polo 6, Cristofaletti 7, Margutti 26, Santi (L). Mignano, Mian. NE: Bomben, Kacperkiewicz, BUsato, Palmaris, Spanò (L2). All. Totire.