Garessio: numeri record per il trenino storico della Val Tanaro (FOTO E VIDEO)

In programma per l'8 dicembre viaggio in locomotiva a vapore da Ceva a Ormea con tappe in valle

0
1153

Quando entri in stazione e leggi sul tabellone “Ferrovia Storica” sembra di fare un viaggio indietro nel tempo: carrozze interamente di legno, lampadari al soffitto, nessun attacco per caricare i telefoni e neanche l’autoparlante per annunciare le fermate, solo persone che parlano tra loro a bassa voce e si godono le bellezze del paesaggio facendosi cullare dal ritmo lento del treno.

Questa è l’esperienza che hanno potuto vivere circa 250 persone che hanno scelto di viaggiare sulla locomotiva diesel D-445-1108, che da Torino Porta Nuova ha raggiunto Garessio per la 29esima edizione della Castagna Garessina.

Da quattro anni il tour operator albese V.I.C. Tour offre alle persone di poter visitare e scoprire i paesi della Val Tanaro a bordo di questo speciale mezzo storico, un’iniziativa che contribuisce a far conoscere la valle e ad incentivare il turismo del territorio. A scegliere di prendere il trenino storico non sono solo i nostalgici, ma anche turisti stranieri, in particolare francesi e inglesi, come ci ha raccontato Irene Sandri di VIC Tour.

La Ferrovia del Tanaro porta con sé non solo grandi numeri e ottimi risultati in termini di risposta turistica, ma soprattutto emozioni: sul treno infatti si possono incontrare passeggeri di tutte le età, nazionalità e anche a quattro zampe; il tempo scorre lento e il viaggio diventa esso stesso esperienza.

Un’iniziativa molto apprezzata dall’amministrazione di Garessio, come hanno spiegato il Sindaco Ferruccio Fazio e l’Assessore Paola Carrara, proporre il treno storico in abbinamento agli eventi dei vari paesi è una scelta vincente, anche per la valorizzazione delle eccellenze del territorio.

«Un successo numerico forse insperato viste le tempistiche ristrette che abbiamo avuto per la promozione» – ha dichiarato il Presidente dell’Associazione “D’Acqua e di Ferro” Giampietro Rubino, che da quest’anno coordina e gestisce l’intera tratta ferroviaria

Questo week-end a Garessio e Ormea i visitatori hanno potuto apprezzare e scoprire molte curiosità sul re dell’autunno, il fungo, grazie al Gruppo Micologico Cebano, che era presente nei due comuni con stand e micologi, tra i quali il Presidente Giorgio Raviolo e Isaac Carrara.

A Garessio inoltre la domenica è stata animata dal Micro Circo Macramé nel Borgo Maggiore e  dall’esposizione delle opere del contest  “Profili 2019”. Nel pomeriggio di ieri i Elisa Rigaudo, Bronzo alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 nella marcia e Mauro Barisciani Allenatore di Pallavolo, ex VBC Mondovì e Paolo “Excalibur” Rubaldo, finisher al massacrante Tor des Glaciers, 450 km per 32.000 m di dislivello hanno premiato i vincitori nella piazza di fronte al comune.

Nella photogallery che segue alcuni momenti della giornata a bordo del treno storico e per le vie di Garessio, uno dei borghi più belli d’Italia: