Calcio Regionale: un’altra piccola rivoluzione! Ridotto il distacco massimo per l’accesso a playoff e playout

0
1235
Digital Camera

Dopo quella dei fuoriquota, che un tempo (lo scorso anno) dovevano essere obbligatoriamente quattro in campo in contemporanea (in Eccellenza) mentre oggi sono due, il calcio regionale piemontese vive un’altra piccola rivoluzione di regolamento.

Non saranno più “più di nove” (e quindi almeno dieci) i punti di distacco tra due compagini che comporteranno l’eliminazione di un turno di playoff o playout, bensì otto. La nuova formulazione dice infatti “Se il divario di punti in classifica tra le squadre (…) è pari o superiore a 8, l’incontro (…) non verrà disputato“. Quindi: con 7 punti di ritardo, una compagine potrà partecipare al turno destinato alla posizione che occupa in classifica, mentre già con 8 sarà “tagliata fuori”.

Cambia molto? Verosimilmente no. Se si considera lo scorso girone B di Eccellenza, ad esempio, non ci sarebbero state conseguenze significative dopo il 30esimo turno. Ma prima? Forse sì, se si considera che con il nuovo regolamento la Benarzole (esclusa per il distacco sulla seconda dai playoff) sarebbe stata meno in corsa nel rush finale, così come l’Albese avrebbe potuto rischiare maggiormente l’esclusione dai playout (a cui in realtà restò “ampiamente” dentro).

Occhio, però, a non perdere il treno! In un campionato a sedici squadre, infatti, come già sottolineato anche sulle nostre pagine in passato, pare più naturale la generazione della “forbice” di distacco ai due estremi (superiore ed inferiore) della classifica, che andrebbe chiaramente ad assumere una valenza importantissima con questa nuova regolamentazione.