Bra: il Consiglio comunale approva la mozione della Lega sull’autonomia del Piemonte

Così commentano i consiglieri leghisti: “Siamo soddisfatti che un tema così importante per il territorio regionale e per il nostro Comune sia stato approvato all’unanimità”

0
629

Durante il consiglio comunale di Bra del 26 settembre il gruppo consiliare Lega Salvini Premier, rappresentato dai consiglieri Cravero, Mossino ed Ellena ha presentato e discusso in aula una mozione, precedentemente rivista nella conferenza capigruppo, volta a richiedere alla Regione Piemonte l’avvio del percorso per implementare quanto previsto dalla Costituzione sulla tematica dell’autonomia.

La discussione, condotta dal consigliere Cravero quale primo firmatario, si innesta nel progetto di richiesta di autonomia che sta portando avanti a spron battuto la nuova amministrazione regionale fin dal giorno dell’insediamento.

“L’approvazione all’unanimità della mozione è un chiaro segnale di come il territorio necessiti di maggior autonomia, che si traduce concretamente con la responsabilizzazione e con l’aumento dei poteri decisionali e servizi per cittadini e aziende. Tutto ciò nell’ottica di rispondere meglio alle nuove sfide ed esigenze”, affermano i consiglieri leghisti.

Oltre alla mozione, tema centrale insieme al DUP (bocciato dalla minoranza), si segnalano le istanze raccolte dai braidesi, su cui i tre consiglieri hanno interrogato sindaco e giunta, tra cui spicca l’ennesima richiesta di sistemazione dell’area mercatale di piazza Giolitti sia dal punto di vista strutturale che per agevolare il mercato dei produttori locali, nonchè la sistemazione della pista ciclabile in frazione Pollenzo, anche questa già sollecitata da tempo dai tre rappresentanti politici e durante la precedente amministrazione.

Federico Gregorio, segretario cittadino del partito aggiunge: “Il mio sentito ringraziamento e plauso ai consiglieri comunali braidesi del gruppo Lega Salvini Premier per l’ottimo lavoro svolto sulla mozione e sulle istanze raccolte dai braidesi, presentate e recepite dal Consiglio Comunale. Al Gazebo di sabato mattina avremo modo di dare ulteriori delucidazioni sulle iniziative sia territoriali sia per la manifestazione di Roma del prossimo 19 ottobre.”