Serralunga premia Giacomo Oddero

Sabato sera, nel corso della sagra della cugnà

0
122

Durante il prossimo fine settimana a Ser­ralunga d’Alba sarà riproposta la tradizionale Sagra della cugnà.
Sabato 21 settembre, dalle 20, sa­rà servita la grande cena del bollito misto con i piatti accompagnati dalla cugnà e dai vini dei produttori di Serralunga d’Alba (la prenotazione del posto a tavola al 339-6893244 è obbligatoria).
Durante la serata si terrà la premiazione della persona “più ge­nuina” di Serralunga, abbinata alla consegna di un riconoscimento speciale al dottor Gia­co­mo Oddero.
Dalla prima mattina di domenica 22 nel centro storico si potrà ap­profittare della mostra-mercato dei prodotti tipici, dell’artigianato e dell’agricoltura.
A mezzogiorno aprirà il padiglione gastronomico con i piatti della tradizione piemontese accompagnati dalla cugnà.
Dalle 15 nella chiesetta del centro storico si terrà lo “show cooking” con i famosi chef Andrea Meinardi e Diego Bongiovanni che presenteranno la loro cucina con la cugnà. L’ingresso alla conferenza sarà libero.
Durante la giornata domenicale gli ospiti di Serralunga e i serralunghesi potranno assistere alla preparazione della cugnà, assaggiare le frittelle di mele, godere dei numerosi intrattenimenti per grandi e piccini proposte lungo le vie del vivace paese di Langa.
«La scelta di consegnare un premio a Giacomo Oddero», spiegano gli organizzatori, «vuole essere il no­stro riconoscimento per le numerose attività da lui svolte per il be­ne del territorio, in qualità di stimato produttore di vini con la sua cantina in Santa Maria di La Morra e di sindaco del suo paese, di assessore provinciale, di promotore del­­l’Acque­dot­to delle Langhe e delle Alpi cuneesi e, come naturale conseguenza, di presidente del Consorzio intercomunale che l’ha realizzato e co­struito, facendone la principale o­pera pubblica realizzata nella Granda dal secondo dopoguerra a oggi, ca­pace di risolvere un grave problema en­de­mi­co delle Langhe e di essere alla ba­se degli attuali successi economici, anche tu­ristici, nonché di presidente della Cassa di risparmio di Cu­neo e della fondazione “Crc”».