Bra: Amajou in Comune per sottoporre “Too Good To Go”, contro gli sprechi alimentari

L'ex consigliere comunale ed ex candidato al Consiglio regionale, ha incontrato il sindaco Gianni Fogliato e il vice (con delega al Commercio) Biagio Conterno per sottoporre, alla loro attenzione, le potenzialità dell'applicazione

0
797
Da sinistra: Abderrahmane Amajou e Biagio Conterno

Una visita in Municipio che potrebbe avere dei risvolti interessanti, per la città di Bra.

Ieri, l’ex consigliere comunale ed ex candidato al Consiglio regionale Abderrahmane Amajou ha incontrato il sindaco Gianni Fogliato e il vice (con delega al Commercio) Biagio Conterno per sottoporre, alla loro attenzione, le potenzialità dell’applicazione “Too Good To Go”.

L’app è nata nel 2015 in Danimarca. Riesce a mettere in connessione i cittadini e i negozianti; quest’ultimi possono mettere in vendita prodotti buonissimi a prezzi molto bassi piuttosto che rischiare di buttarli. In Italia vengono sprecati 317 kg di cibo ogni secondo, il che corrisponde allo stesso peso di 190 Titanic! Questo spreco corrisponde a 17 miliardi di euro l’anno! Possiamo provare a recuperare? Certo che si! Anche da noi, dalle piccole azioni, dai piccoli comuni, dai nostri negozi può arrivare una risposta globale!

Credo che la nostra città, per dimensioni e caratteristiche, possa essere una realtà interessante. Un laboratorio di innovazione che può essere preso d’esempio. Bra ha poco meno di 30 mila abitanti, ma è una città sempre più internazionale. Quando ho visto il potenziale dell’applicazione, ho pensato di prendere un appuntamento con il sindaco e presentarglielo. E’ stato davvero molto aperto all’idea e ad ascoltare il progetto che merita senz’altro di essere approfondito. La nostra comunità può crescere anche economicamente ponendo allo stesso tempo, un’attenzione a chi è in difficoltà economica, all’ambiente e ai nostri negozianti, ristoratori che rendono viva la nostra città“, ha dichiarato Amajou, ai nostri “microfoni”.

Abbiamo, anche, raggiunto telefonicamente il vice-sindaco braidese Conterno: “Abbiamo ascoltato la proposta di Amajou, estremamente interessante. La volontà è quella di darne seguito. Certamente, dobbiamo confrontarci con Ascom e la Caritas. Su Bra, in questa direzione, abbiamo già diversi progetti in campo, che sono la mensa solidale e il mercato solidale, a stretto rapporto con i commercianti. Certo, l’app è uno strumento validissimo e l’incontro è stato molto proficuo!“.