A Manta è scontro rugby-calcio – I Saluzzo NWR: “Noi senza campo perché l’AC Manta non ci vuole”

0
847

Storie di sport di provincia, storie di liti sui campi da gioco. Proprio nelle scorse ore Ideawebtv.it ha portato agli onori della cronaca le questioni legate al campo “Morino” di Savigliano, dove, dopo un lungo scontro, il Comune ha deciso di non far giocare più la Saviglianese 1919.

Nemmeno il tempo di “smaltire” la questione saviglianese che si apre, immediatamente, un altro fronte di guerra. Questa volta la lite coinvolge tre attori: i Saluzzo North West Roosters (rugby), l’AC Manta (calcio) ed il Comune di Manta.

A scatenare le polemiche, un post social della società di Rugby a 13 che ha sottolineato come non fosse più possibile per il sodalizio in grande crescita giocare sul campo di casa, per via di alcune polemiche nate al di fuori del rettangolo di gioco.

Quali? A spiegarle ai nostri microfoni è il dirigente-giocatore Paolo Radosta, che riassume: “I Saluzzo North West Roosters sono attualmente senza campo perché l’AC Manta non gradisce la co-presenza. Lo spazio destinato agli sport minori in Italia, anche laddove portino manifestazioni d’interesse internazionale e muovano turismo sportivo sensibile per una comunità piccola come Manta, è sempre e continuamente subordinato alle velleità calciofile. Senza valutare l’impatto sociale del rugby, la sua funzione aggregante e morale. Preferendo una vetrina provinciale ad una internazionale, e provando una società intera della possibilità di fare attività”.

Insomma, via dal campo per non rovinarlo. Ed ora che faranno i NWR? “In questo momento la diocesi sta valutando l’ipotesi di affidarci una struttura in Saluzzo ed anche l’Olimpic Saluzzo si è reso disponibile in caso di necessità – spiega ancora Radosta – Altrettanto pare possibile un’apertura nella struttura del Villaggio della Fonte. Non abbiamo nulla in mano, ma stiamo lavorando, anche perché nella prossima stagione il nostro progetto crescerà ancora, divenendo sempre più attrattivo su scala nazionale”.

Un’altra querelle in corso, quindi, in attesa che gli altri attori in gioco si esprimano in merito.