Palco Wine&Food di Collisioni: il programma della quarta edizione

Un intero palco a ingresso gratuito su prenotazione nella piazza del Castello di Barolo, che offrirà tasting guidati e approfondimenti sui grandi vini e prodotti agricoli italiani

0
201
Durante il Palco Wine&Food di Collisioni, a Barolo

A grande richiesta torna, per la sua quarta edizione, il programma del Palco Wine&Food di Collisioni.

Un momento di divulgazione rivolto ai wine&food lovers che ogni anno tornano nelle Langhe per godere delle grandi eccellenze vinicole e gastronomiche italiane. Un intero palco a ingresso gratuito su prenotazione nella piazza del Castello di Barolo, che offrirà tasting guidati e approfondimenti sui grandi vini e prodotti agricoli italiani.

Dopo il sold out delle ultime tre edizioni, con oltre quattromila partecipanti ai tasting nell’edizione dell’anno scorso, il palco di Collisioni legato alle eccellenze enogastronomiche delle diverse regioni italiane vedrà protagonisti sul palco produttori vinicoli e produttori food provenienti da ogni parte d’Italia, che guideranno il pubblico in un vero e proprio viaggio dei sapori. Si alterneranno ogni due ore incontri tematici e degustazioni guidate.

Oltre a winetasting e assaggi dei prodotti tipici non mancherà la musica e l’intervento di artisti, fumettisti e acrobati in interazione con il pubblico. È così che, tra un concerto ed un incontro letterario, il pubblico potrà partecipare agli eventi didattici previsti, con gemellaggi interregionali, incontri tematici e vere e proprie “maratone” di prelibatezze.

A dialogare con il pubblico saranno le grandi regioni italiane: il Piemonte col Consorzio Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, il Consorzio Altalanga, il Consorzio Asti Docg, l’enoteca Regionale del Barolo, Assopiemonte e Cia Cuneo; la Liguria, le Marche, e la Basilicata grazie alla lunga e fruttuosa collaborazione con l’Istituto Marchigiano di Tutela Vini, l’Assessorato al turismo della Regione Liguria, l’Enoteca Regionale Lucana, il Friuli Venezia Giulia, grazie a PromoTurismo FVG; la Sardegna, con il Consorzio del Vermentino di Gallura docg e la Toscana con il Consorzio del vino Chianti Classico.

Sabato 6 e domenica 7 luglio il ricco programma di tasting gratuiti, approfondimenti, interventi di chef, giornalisti, produttori e intrattenitori proseguirà grazie alla partecipazione di tanti prodotti di eccellenza: i Salumi di Raspini; la Castagna e l’aglio di Caraglio di Cia Cuneo; l’acqua San Bernardo; le golosità di Baratti & Milano; i talentuosi mixologist di Compagnia dei Caraibi; le varietà italiane di eccellenza di Buon Riso; i distillati di eccellenza piemontese della Distilleria Berta; il Vermentino grazie al gemellaggio con la Camera di Commercio di Sassari.

Due giorni al Castello di Barolo, in cui il pubblico verrà coinvolto in un happening di divertimento, puro godimento gastronomico e didattica, tra degustazioni alla cieca sul palco e assaggi e storie che raccontano il lavoro di chi quei prodotti li crea ogni giorno partendo da un granaio, una vigna o un pascolo. Un’occasione unica per esplorare e godere delle prelibatezze del nostro paese, in una cornice dal fascino irresistibile. A guidare il pubblico in questo viaggio sul palco sarà Lorena Antonioni, autrice e reporter di viaggi in Donnavventura. Ad accompagnarla con voce e musica: Leda e John Qualcosa.

SABATO 6 LUGLIO – PALCO WINE & FOOD – DAY 1

ORE 11 – UN DOLCE BUONGIORNO A BAROLO
Se il buongiorno si vede dal mattino, si inizierà con tanta dolcezza. Non mancherà una buona fetta di torta, come ogni colazione che si rispetti, e un bicchiere di latte fresco. Inalpi e Germoglio dei Sapori delizieranno i partecipanti in un risveglio mattutino con i loro prodotti: il latte parzialmente scremato UHT di Inalpi e i prodotti artigianali di Germoglio dei Sapori.

ORE 12 – BENVENUTI A COLLISIONI! I SAPORI DELLA REGIONE LIGURIA INCONTRANO LE BOLLICINE PIEMONTESI ALTALANGA DOCG E ALTRI GRANDI VINI ITALIANI, RICORDANDO FABRIZIO DE ANDRÈ
La Regione Liguria porterà le sue prelibatezze: dalla focaccia di Recco Igp con il formaggio alle trofie trafilate al bronzo con il Pesto di Prà, preparato al momento secondo le antiche tradizioni. A rinfrescare il pubblico ci penseranno: il Consorzio Alta Langa con le sue bollicine Metodo Classico Millesimato e altri grandi vini italiani: l’Alta Langa Blanc de Noir di Casa E. di Mirafiore, la storica Anas-cetta Doc di Novello di Elvio Cogno e il celebre Concerto Lambrusco Reggiano DOC di Medici Ermete. Sarà un incontro che soddisferà i nostri sensi, ma anche l’occasione per celebrare, a vent’anni dalla sua scomparsa, un grande artista, amante del vino, che ha saputo raccontare luoghi e spaccati di vita, con una profondità e una poesia ineguagliabile: Fabrizio De Andrè. Cercheremo di abbinare ad ogni vino la giusta canzone, seguendo il filo rosso che lega il cantautore alla sua amata Genova, ma anche al Piemonte, da cui provenivano i genitori.

ORE 14 – L’ITALIA NEL MONDO: LE GRANDI ETICHETTE DEL CONSORZIO CHIANTI CLASSICO INCONTRANO LE BOLLICINE DEL PROSECCO SUPERIORE DOCG DI CONEGLIANO VALDOBBIADENE, I GRANDI VINI DELL’ENOTECA REGIONALE LUCANA E I PRODOTTI DI ALTA GAMMA DEL SALUMIFICIO PIEMONTESE RASPINI
La Toscana, con le grandi etichette del Chianti Classico DOCG e l’olio extravergine DOP, incontra il grande bianco del Veneto, le bollicine del Prosecco Superiore DOCG prodotto nelle colline di Conegliano Valdobbiadene, e la Basilicata con i grandi vini e i prodotti food dell’Enoteca Regionale Lucana. Per celebrare questo incontro di sapori, lo storico Salumificio piemontese Raspini proporrà al pubblico alcuni grandi salumi della tradizione italiana: il prosciutto cotto classico di Torino Alta Qualità Maestosa legato e cucito a mano, il prosciutto di Parma 24 mesi DOP, il prosciutto di Alta qualità Gran Cordato di Suino Nero e il Salame Piemonte IGP. Inoltre si parlerà di cucina italiana e di ricette con Stefania Corrado chef e autrice de “La cucina italiana reloaded”.

ORE 16 – RED AND WHITE: FRIULI VENEZIA GIULIA VS PIEMONTE
Questo incontro è un omaggio a due regioni che a Collisioni festeggiano i sei anni dal loro primo gemellaggio. Due territori che hanno conservato le proprie biodiversità e sono diventati meta di turismo per la bellezza dei loro paesaggi. A Collisioni i grandi vini bianchi del Friuli Venezia Giulia: la Ribolla gialla, il Friulano, il Sauvignon e il Brut Nature incontrano il Barolo e il Barbaresco del Consorzio Tutela Barolo, Barbaresco, Alba, Langhe e Dogliani, accompagnati dal re dei prosciutti italiani, il San Daniele, e dal re dei formaggi, il Castelmagno, sul palco insieme alle DOP piemontesi di Assopiemonte. Concluderà questo grande incontro il Barolo Briccolina DOCG di Rivetto.

ORE 18 – IN ALTO I CALICI. MARCHE VS UMBRIA VS PIEMONTE
Protagonisti sul palco i tesori dell’enogastronomia marchigiana: il Bianchello del Metauro Doc, autoctono bianco che quest’anno celebra i cinquant’anni della DOC, la Casciotta d’Urbino DOP, il prosciutto di Carpegna DOP e il formaggio di fossa e, ancora, i grandi rossi dell’Umbria rappresentata dal Consorzio Tutela Vini Montefalco con il Montefalco Rosso DOC. Per il Piemonte, il Buon Riso sorprenderà con creazioni che esalteranno le proprietà e i sapori dei suoi più pregiati cultivar: Riso venere, Riso Rosso Ermes e Riso integrale. Non mancherà il riso Razza 77, prodotto premium utilizzato nella cucina gourmet. Non mancheranno i grandi vini piemontesi grazie alla presenza del Consorzio del Barbera d’Asti e vini del Monferrato.

DOMENICA 7 LUGLIO – PALCO WINE & FOOD – DAY 2

ORE 12 – SOMMELIER PER UN GIORNO: BASILICATA VS PIEMONTE
Da un lato, il re dei vini piemontesi, e dall’altro, il grande Aglianico del Vulture, il “Barolo del Sud”. Un incontro che vedrà protagonisti l’Enoteca Regionale Lucana, con le sue eccellenze gastronomiche: il caciocavallo impiccato, le soppressate, il peperone crusco e diversi piatti sapientemente rivisitati dagli chef locali; e poi il Piemonte, con i rossi piemontesi dei grandi produttori: Vite Colte, Sordo e Gagliardo. Ma si parlerà anche di benessere e di salute e di come riconoscere un’acqua leggera con i pochi giusti minerali, grazie alla presenza di Acqua San Bernardo.

ORE 14 – IL GRANDE REGNO DI SARDEGNA
Un incontro che celebrerà il legame antico tra il Piemonte e la Sardegna, con la degustazione del Barolo dell’Enoteca regionale del Barolo e del grande Vermentino di Gallura DOCG grazie alla partecipazione della Camera del Commercio di Sassari. A deliziare il palato dei presenti i formaggi DOP di Assopiemonte (che rappresenta i consorzi del Castelmagno, Toma Piemontese, Robiola di Roccaverano, Murazzano, Ossolano, Salame Piemonte e Consorzio Carni Qualità) e il Pecorino Sardo DOP.

ORE 16 – L’ARTE DELL’INVECCHIAMENTO
Saranno protagonisti sul palco il Barolo e il Barbaresco dei grandi produttori piemontesi G.D. Vajra, Viberti e Ceretto, vini pregiati quanto complessa, e la straordinaria grappa Monte Acuto delle Distillerie Berta. Le latterie Inalpi offriranno i più eccellenti formaggi di diverse stagionature, in abbinamenti sorprendenti e arditi, per scoprire insieme le note profonde che possono ottenere nei vini, quanto nei cibi con l’arte dell’invecchiamento.

ORE 18 – L’ARTE DEI COCKTAIL. LE BOLLICINE NATURALMENTE DOLCI PIEMONTESI DEL CONSORZIO DELL’ASTI DOCG E I COCKTAIL DEI GRANDI MIXOLOGIST DI COMPAGNIA DEI CARAIBI INCONTRANO I PRODOTTI FOOD DELLA CONFEDERAZIONE ITALIANA AGRICOLTORI ITALIANI
Grazie al Consorzio dell’Asti DOCG saliranno sul palco le bollicine naturalmente dolci in versione dolce e dry e il moscato d’Asti. Ma ci saranno anche i maestri bartender di Compagnia dei Caraibi con il Vermouth Riserva Carlo Alberto e il Malfy Gin, per proporci le loro creazioni più fantasiose e colorate. Ad accompagnare l’aperitivo di Collisioni i prodotti food della tradizione dolciaria piemontese famosa nel mondo, grazie alla partecipazione di Cia Cuneo. Si assaggeranno le nocciole tostate IGP del Consorzio Tutela Langarola Classica Nocciola dell’Alta Langa, le torte di castagna garessina dell’azienda agricola Marco Bozzolo e i prodotti di pasticceria piemontese del laboratorio “Al 37” di Cuneo. Il tutto raccontato in parole e musica dal gruppo rural glam di Guido Bezzo, Responsabile del Laboratorio del Consorzio dell’Asti e da alcuni produttori della Docg ASTI.

Incontri su prenotazione, fino a esaurimento posti. Info: [email protected]