Flamulasca: 7 anni di “Viaggio nel tempo” a Chiusa Pesio

0
88

Sabato 22 e domenica 23 giugno, a Chiusa di Pesio, presso l’area verde di via Mondovì, torna la rievocazione storica “Viaggio nel Tempo”, giunta alla settima edizione.

La manifestazione, organizzata dall’Associazione Culturale Flamulasca – Kebennates, è nata con l’intento di valorizzare e far conoscere le scoperte archeologiche avvenute recentemente a Chiusa Pesio, in particolare il “Ripostiglio del Monte Cavanero”, un deposito attribuito ad un artigiano metallurgo vissuto in valle Pesio quasi 3000 anni fa.

“Viaggio nel tempo – Valle Pesio: l’alba di Flamulasca” ospiterà una moltitudine di rievocatori Celti e Romani che faranno rivivere gli antichi mestieri e le antiche battaglie. La manifestazione aprirà sabato alle 14.30 e continuerà fino a tarda notte con musica live non- stop, spettacoli di duelli e battaglie, laboratori per grandi e bambini, lavorazione della ceramica, tiro con l’arco storico, tessitura e filatura, sarà inoltre possibile farsi fotografare sul trono del Rix in costume celtico, fornito dall’associazione Flamulasca.

Alcuni rievocatori dell’associazione saranno a disposizione dei visitatori per accompagnarli attraverso il campo e illustrare le attività dei vari gruppi che partecipano alla manifestazione e spiegare le finalità della manifestazione. All’ingresso dell’accampamento sarà apprestata una tenda in cui un archeologo intratterrà coloro che desiderano approfondire le conoscenze sull’archeologia del territorio e risponderà ai loro quesiti.

In entrambe le giornate, nel pomeriggio, si terrà una drammatizzazione che racconta dell’arrivo dei romani in valle, una voce narrante racconterà come i romani, negli anni della loro espansione, vennero in contatto con i popoli Celto – Liguri e riuscirono ad assoggettarli con l’intrigo e con la violenza, mentre il pubblico assisterà a scontri, alleanze e tradimenti, saccheggi e rapimenti.

Al termine della battaglia del sabato, a partire dalle 19.30, ci sarà la “ Porchetta sotto le Stelle “ per la quale è consigliata la prenotazione al 335 17 77 793 (in caso di maltempo la cena si svolgerà sotto il tendone).

Per la durata di entrambe le giornate sarà presente il “Clan della Fossa”, un gruppo di musicisti che armati delle percussioni tradizionali celtiche, accompagnate dalle antiche cornamuse e dai potenti tamburi, suoneranno in modo itinerante per tutto l’accampamento: faranno rivivere le atmosfere degli antichi accampamenti e dei campi di battaglia, mentre la sera terranno il concerto. Per tutto il weekend saranno attivi il mercatino hobbistico ed il servizio bar.

Domenica 23 le attività inizieranno alle 10.00 e proseguiranno fino alle 18.00 con le stesse modalità del sabato.

(Per informazioni scrivere un’e-mail a [email protected] o telefonare al 335 17 77 793).

c.s.