Il Progetto Yom torna dal 17 al 28 giugno con due Academy

0
155

Il Progetto Yom, iniziativa di partecipazione giovanile attraverso l’alternanza scuola-lavoro finanziata dalla Fondazione CRC nell’Ambito del Bando Musei Aperti 2016 e portata avanti grazie a una sinergia virtuosa tra diverse realtà culturali del territorio (la Fondazione San Michele Onlus, il Museo Civico di Cuneo, il Museo Casa Galimberti, il Museo diocesano San Sebastiano, il Museo dell’Abbazia di Borgo San Dalmazzo, i comuni di Cuneo e di Borgo San Dalmazzo, l’associazione noau | officina culturale e l’associazione WSF Collective), torna da lunedì 17 a venerdì 28 giugno con due Academy.

Forte di una prima annualità che ha coinvolto ben cinquantasei studenti impegnati in sei percorsi, il progetto ha rimodulato la sua offerta proponendo le due Academy di Sound Art e di Gamification, esperienze immersive che permetteranno ai partecipanti di lavorare fianco a fianco con un artista professionista e con un esperto di gamification.

I tredici studenti coinvolti, provenienti da quattro istituti superiori di Cuneo (Istituto di Istruzione Superiore Statale “Bianchi – Virginio”, Liceo Artistico, Musicale e Coreutico, Liceo Scientifico e Classico Statale “G. Peano – S. Pellico”, Liceo Statale “E. De Amicis” e Istituto d’Istruzione Superiore “S. Grandis”) inizieranno i due percorsi con due giorni di formazione comune in cui, dopo un’introduzione generale, visiteranno i quattro musei aderenti al progetto in compagnia dei rispettivi curatori.

A partire da mercoledì 19 il Museo dell’Abbazia di Borgo San Dalmazzo e il Museo Diocesano San Sebastiano di Cuneo ospiteranno le due Academy, il cui coordinamento sarà curato dall’associazione noau | officina culturale. La YOM! SOUND ART [ACADEMY] sarà condotta dal compositore e performer di musica elettronica Simone Sims Longo, che aiuterà i partecipanti a imparare a interpretare e gestire le sensazioni ed emozioni generate da luoghi storici e ambienti museali, e a comunicarle attraverso lo strumento musicale.

Dopo una fase di formazione gli studenti si cimenteranno nella realizzazione di un’installazione sonora diffusa lungo il percorso museale, una sperimentazione che esprimerà l’interpretazione artistica data agli ambienti del museo da parte degli studenti. L’Academy si concluderà venerdì 28 con un evento di inaugurazione dell’installazione aperto al pubblico con visite guidate gratuite.

Grazie alla YOM! GAMIFICATION [ACADEMY] gli studenti partecipanti avranno l’opportunità di progettare giochi di ruolo capaci di far vivere ai player i contenuti del percorso proposto dal Museo Diocesano San Sebastiano di Cuneo. Sotto la guida di Marco Forno detto “Malinki”, esperto di gamification importatore sul territorio cuneese di diversi format di intrattenimento di successo come Intrappola.TO e Dr. Why, gli yommers saranno impegnati nella realizzazione di un escape game all’interno del museo basato sui contenuti storico-artistici dell’allestimento permanente, che diventerà un’offerta stabile del Museo a partire dall’autunno. Gli ultimi giorni dell’Academy saranno dedicati alla realizzazione di un breve spot promozionale grazie alla collaborazione del videomaker Paolo Ansaldi.

Per seguire l’andamento delle due Academy e per tutti i dettagli sull’appuntamento conclusivo aperto al pubblico di venerdì 28 si consiglia di visitare il sito https://www.progettoyom.it/ e di seguire la pagina Facebook https://www.facebook.com/ProgettoYom/ e l’account Instagram https://www.instagram.com/progettoyom/ del progetto.

Yom Academy Tredici studenti di quattro istituti superiori di Cuneo all’opera presso il Museo dell’Abbazia di Borgo San Dalmazzo e il Museo Diocesano San Sebastiano di Cuneo da lunedì 17 a venerdì 28 giugno; venerdì 28 presso il Museo dell’Abbazia di Borgo San Dalmazzo evento di presentazione delle installazioni sonore realizzate nell’ambito della YOM! SOUND ART [ACADEMY] aperto al pubblico.

c.s.