Atletica: un weekend di grande atletica a Mondovì con i Campionati Assoluti di Società

Successo di partecipanti, in attesa del Meeting Nazionale di Primavera del prossimo 23 giugno

0
100

Il fine settimana appena trascorso è stato dedicato alla seconda prova dei Campionati Italiani di Società su pista 2019: un’occasione per vedere in azione diversi atleti di primo piano del panorama nazionale, compresi i molti militari che sono tornati a vestire la maglia della propria società civile di provenienza.

Mondovì con la sua nuova pista, è stata scelta dal Comitato Regionale per ospitare questa seconda fase: una due giorni davvero impegnativa con il programma gare completo e oltre 1200 atleti al via, ma che l’Atletica Mondovì – Acqua S. Bernardo ha saputo gestire nel migliore dei modi.

E’ stata l’occasione anche per “collaudare” anche tutte le nuove attrezzature (gabbia del martello, salto con l’asta, siepi, salto in alto) del rinnovato impianto – oggetto di un massiccio intervento di riqualificazione nell’estate 2018 – la cui installazione è terminata proprio nei giorni scorsi. Un test event superato in vista di quello che è per la società di casa la manifestazione più importante della stagione: la XX edizione del Meeting nazionale di Primavera che andrà in scena il 23 giugno.

Protagonista indiscussa del week end è stata Deasy Osakue: la discobola azzurra, appena rientrata dagli Usa dove si è confermata su altissimi livelli con ben quattro gare sopra i 60 metri e il titolo universitario NCAA, ha anche ufficializzato la sua partecipazione proprio al Meeting del 23 giugno dove tenterà l’assalto al record italiano.

Il jet-lag ancora addosso, non le ha impedito di aggiudicarsi sia il getto del peso con 14,91 metri sia la “sua” gara del lancio del disco dove le è riuscita la zampata a 59,29 metri. “Sono soddisfatta della mia prestazione nonostante la stanchezza dovuta al volo e al cambio di fuso orario, ma per il 23 giugno cercherò di essere al top su una pedana che da sempre mi piace molto!”: queste le parole della torinese, portacolori delle Fiamme Gialle – Sisport.

Tra gli uomini la copertina va dedicata allo junior Joseph Twumasi del Vittorio Alfieri Asti che dopo l’exploit del 1 maggio, si è concesso un interessante bis con due ottime prestazioni sui 100 metri con 10”74 e, soprattutto, sui 200 metri dove è sceso a 21”47: quest’ultimo rappresenta il minimo per i campionati Europei di categoria in programma a Boras dal 18 al 21 luglio. Pista evidentemente veloce che piace al talentuoso sprinter di origine nigeriana a segno con 3 personal best su 3 gare disputate: anche lui atteso sarà uno dei protagonisti del 23 giugno.

Altri risultati degni di nota sono quelli del lungo femminile dove la biellese Veronica Crida è atterrata a 6,12 metri con una bava di vento contrario, e della prova dei 100 dove Martina Stanchi e Virginia Schieda si sono giocate la vittoria sul filo dei millesimi entrambe appaiate a 12”09.

Molto qualificati i 5.000 metri con l’azzurra di maratona Catherine Bertone che in solitaria sigla 17’14”15 e Sergey Polykarpenko che fa sua la prova maschile con 14’51”11; sugli ostacoli si segnala il doppio primo posto per Malina Berinde che si aggiudica sia la prova dei 100 con 14”23 sia quella dei 400 in 1’01”02. Nei lanci va segnalata la vittoria del tecnico dell’Atletica Mondovì – Acqua S. Bernardo, (da atleta veste i colori del Atletica Fossano) nel lancio del disco con 47,07 metri: record personale e minimo per i campionati italiani centrato.

Particolarmente seguiti dagli addetti ai lavori sono stati i 5.000 metri di marcia “sprint” che ha visto la nutrita partecipazione dei nazionali cinesi seguiti da Sandro Damilano (attuale head-coash della squadra asiatica) tra i quali l’argento Olimpico di Rio de Janeiro 2016 Cai Zelin.