Sabato al Mugello per Valentino Rossi un gioiello di tecnologia e sostenibilità made in Granda

Il nuovo store gonfiabile di VR46 realizzato dalla FLY IN di Bene Vagienna

0
655

Debutterà al Gran Premio del Mugello questo fine settimana. Cucito interamente a mano, resistente a pioggia e vento, sta in piedi consumando quanto due lampadine in un’ora (380 Watt) e può ospitare fino a 300 persone. Un gioiello di design, tecnologia e abilità sartoriale rigorosamente Made In Italy.

E’ il nuovo Megastore di Valentino Rossi, una struttura gonfiabile sostenibile e a basso consumo energetico. Sensibile al tema della sostenibilità, a partire dal proprio merchandising, il Brand VR46 non poteva avere certo uno “stand gonfiabile” qualunque.

E’ stato ideato e realizzato dalla FLY IN, azienda in Provincia di Cuneo, a Bene Vagienna, leader nelle settore di strutture gonfiabili personalizzate. Basti dire che l’innovativo Hangar mobile di Solar Impulse, l’aereo a pannelli solari che ha fatto più volte il giro del mondo, è un’altra loro creazione.

Lungo19 per 12 metri e alto più di 6, il Megastore VR46 accompagnerà Valentino Rossi lungo tutto il Moto Mondiale accogliendo decine di migliaia di fan che entreranno per acquistare il merchandising del brand. Un vero pop up store trasportabile.

Tessuti tecnici, altamente performanti (completamente riciclabili) e un sistema di prese d’aria e intercamere, gli permettono di rimanere stabile e indeformabile anche sotto raffiche di vento da 100 km/h.

Per allestirlo bastano 4 persone e meno di 2 ore ed trasportabile in due pratiche sacche da 1 metro cubo ciascuna. Il “gonfiaggio” richiede meno di 15 minuti. In caso di forte vento, si azionano pressurizzatori supplementari (dal consumo massimo di 1 kw) che sono molto silenziosi, si pensi che producono 53 decibel di potenza sonora: quanto sussurrare, la notte, in una strada deserta.

La sua forma unica e accattivante (i due ingressi ricordano due grandi pneumatici) è stata disegnata su misura da Mauro Oggero, CEO della FLY IN.

Le classiche tensostrutture sono ingombranti nel trasporto e richiedono tempi troppo lunghi nell’allestimento – spiega Oggero -. Quando sei in giro tra un GP e l’altro, il tempo, è una variabile preziosa, non solo per chi è in pista. Il Team di Valentino aveva bisogno di praticità nel trasporto e rapidità nel montaggio. Nel 2016 abbiamo realizzato per loro il primo Megastore, tuttora in perfette condizioni, ma dopo oltre quattro anni di gare, il team di VR46 aveva bisogno di una struttura ancora più grande e con plus innovativi. Praticità e sostenibilità della struttura erano aspetti determinanti per il Team di Rossi.”

Così dall’ headquarter del Campione del Mondo a Tavullia, sono tornati a bussare alla porta della FLY IN.

La struttura è completamente rivestita da una copertura grafica che può essere sostituita velocemente.

Tutto è stato reso possibile grazie al “know- how” tecnico e ingegneristico acquisito negli anni d’innovazione, ricerca e sperimentazione dall’azienda piemontese. Dai suggestivi pop-up store gonfiabili di Fendi, i Mondiali di Rio, alla provocatoria “Tour Eiffel con uova” di Cattelan e Ferrari alle Galeries La Fayette, le strutture gonfiabili realizzate dalla FLY IN si sono fatte ammirare in tutto il mondo da New York passando per Dubai, Shanghai e Hong Kong.

c.s.