JUNIORES REGIONALE – FASE NAZIONALE: la Varesina spegne i sogni del Fossano, ma resta un grande percorso azzurro

0
299

Finisce qui, dopo un percorso bello e vincente, che si sperava, però, potesse portare fino all’ “El Dorado” della final four.

Il Fossano saluta il sogno Tricolore nella fase nazionale di Juniores Regionale, travolto dalla grande qualità di Mattia Deodato, numero 10 della Varesina che più che “donato a dio”, come indica il significato del suo cognome, sembrava essere calato per spazzare via la squadra di Petruzzelli.

Quattro reti in due gare per il talento lombardo. Fin troppe, però, soprattutto in un match di ritorno in cui gli azzurri fossanesi hanno davvero sentito concretamente la possibilità di passare il turno.

Sotto già dopo 7’, colpiti a freddo proprio da Deodato, hanno avuto la forza per pareggiare entro il quarto d’ora (bravo Galvagno a costringere Barni all’autogol), per poi attaccare mettendo in serio dubbio la tenuta della retroguardia di Fedele.

A mancare, però, il gol, paradosso per una squadra capace di chiudere la regular season con 102 reti all’attivo (miglior attacco dietro al Cbs Scuola Calcio, poi battuto) per poi continuare a segnare all’impazzata anche nelle finali regionali.

Dello stesso Galvagno il principale rimpianto fossanese, ancora nel primo tempo, con un tiro sparato alle stelle da buonissima posizione, seguito a stretto giro da una grande parata di Baglieri su tiro di Bertoglio.

Nella ripresa, poi, lo sterile forcing, colpito a freddo dalla rete del neoentrato Montalbetti, apripista per lo show griffato Deodato, di cui si è già detto.

Il Fossano chiude la stagione con un titolo regionale in tasca e con una final-eight nazionale che lascia pochi rimpianti: questa squadra, viatico per l’approdo in prima squadra, continua a sfornare talenti di assoluto valore, che paiono già pronti per il salto tra i grandi.

Aggiungiamoci poi l’esplosione di alcuni ragazzi tornati qui solo per le fasi nazionali dopo essere stati stabilmente in Eccellenza (su tutti, Scotto) e si capirà perché il poker di Venegono Superiore fa un po’ meno male.

VARESINA-FOSSANO 4-1
Reti: 7’pt, 38’st e 48’st Deodato, 15’pt aut. Barni, 35’st Montalbetti
Varesina: Baglieri, Barni, Essan Koua, Gottardi, Leone, Zefi, Morello, Bellacci, Segalini, Deodato, Canavesi. Allenatore: Ferdinando Fedele.
Fossano: Busano, Bertoglio (40’st Cavallera), Guienne, Scotto, Primatesta, Brungaj, Di Salvatore G. (18’st Rosano), Chionetti (29’st Moino), Galvagno, Giraudo (43’st El Karroumi), Di Salvatore L. Allenatore: Gianluca Petruzzelli.
Arbitro: Simone Trevisan (Mestre)
Assistenti: Filippo Pio Castagna e Nicola Santi (Verona).