La Lpm Mondovì conferma anche Sofia Rebora: “Voglio vincere qualcosa di importante qui”

0
113

Prosegue a pieno ritmo il “volley mercato” in casa LPM BAM Mondovì. Dopo avere ufficializzato i rinnovi di coach Delmati e delle atlete Zanette, Agostino e Midriano, arriva l’attesa notizia del terzo anno in maglia rossoblu di Sofia Rebora.

Sofia, genovese di nascita, ma ormai “sportivamente” monregalese, è una delle centrali più capaci, determinate e grintose della stagione. Grazie al suo motto “testa e cuore” è entrata a pieno titolo tra le pumine più amate dai tifosi. Come Silvia Agostino, Rebora è arrivata a Mondovì nell’estate del 2017 e anche la prossima stagione saprà far divertire e sognare il pubblico del PalaManera.

“Sono davvero contenta: ormai Mondovì è diventa la mia casa! Ho deciso di rimanere, perché vorrei vincere qualcosa di importante con la maglia dell’LPM BAM Mondovì. Sono fiduciosa per quello che la società ed il coach vogliono fare, tutti vogliamo riscattarci dalla delusione della scorsa stagione: il progetto c’è ed è ambizioso. Personalmente, voglio provare a fare qualcosa di più di quanto ho fatto nelle ultime due stagioni. Mi auguro di crescere ancora, migliorando le mie prestazioni.” – commenta Sofia Rebora – “Non so quali compagne di squadra arriveranno o verranno confermate, ma il fatto che la società abbia finora rinnovato con una buona parte delle ragazze, senza stravolgere troppo la formazione che sarà, è una cosa positiva.”

Non può mancare poi un commento sui tifosi, guidati dagli instancabili e simpaticissimi Ultras Puma: “Ho apprezzato molto il fatto che, nonostante il periodo negativo che abbiamo avuto, non abbiano mai mollato, sono sempre venuti anche in trasferta e questo fa davvero onore. Quest’anno hanno davvero percorso tutta l’Italia per seguirci: nel campionato di Serie A2 credo siano state pochissime le tifoserie così legate ad una squadra, quindi “chapeau”. Il nostro pubblico è il giocatore in più e mi auguro che fin dall’inizio della prossima stagione ci sia vicino, fino alla fine, con calore ed affetto, così come è stato in questi ultimi due anni.”