SERIE C: al “F.lli Paschiero” è parità, Cuneo-Pro Patria 0-0

0
234
bty

Allo stadio “F.lli Paschiero” di Cuneo finisce in pareggio: 0-0 tra i padroni di casa e la Pro Patria. Per l’ultima gara di campionato sono tante le assenze in casa Pro Patria: Colombo, Lombardoni e Molnar, mentre il Cuneo è costretto a rinunciare a Bobb e a Bertoldi. Sulla panchina cuneese Lepore sostituisce mister Scazzola, tenendosi  però in contatto con lui tramite auricolare. L’allenatore del Cuneo tornerà disponibile per i playout contro la Lucchese in quanto la Corte Sportiva d’Appello ha ridotto la squalifica a due giornate.

Dopo appena 4′ di gioco l’arbitro Zingarelli è costretto ad estrae il primo cartellino della partita: Santacroce viene ammonito per un fallo ai danni di Sane. Il numero 25 della Pro Patria, a causa del duro contrasto con il difensore biancorosso, non è in grado di proseguire la gara e al suo posto entra quindi Galli.

Al 23′ la difesa biancorossa commette un errore e Gucci lanciato a rete non sfrutta a dovere l’incertezza dei biancorossi, venendo anticipato da Santacroce. Alla mezz’ora è ancora il numero 9 dei “tigrotti” a rendersi pericoloso: solo davanti a Cardelli prova a calciare, ma il portiere si salva con i piedi. La partita fatica ad entrare nel vivo, il Cuneo viene pressato nella propria metà campo, faticando a salire.

La seconda frazione di gara si apre con l’ingresso in campo di Spizzichino e Caso che prendono il posto di Arras e Santacroce tra le fila biancorosse. Nel primo quarto d’ora di questo tempo il Cuneo è rigenerato e pianta le tende nella metà campo avversaria, conquistando quarto corner in pochi minuti. I biancorossi sfiorano subito il gol con il neoentrato Spizzichino e poi con Emmausso, ma Tornaghi nega il vantaggio.

Successivamente i ritmi di gioco si abbassano e mister Javorcic prova a dare una svolta alla gara inserendo e Battistini e Pedone in sostituzione di Marcone e Santana. Nonostante i cambi l’inerzia della gara non cambia e le emozioni sono poche: gli ospiti provano ad attaccare, ma senza mai riuscire a rendersi veramente pericolosi.

All’83’ Gissi viene espulso per una gomitata ai danni di Zaro, lasciando il Cuneo in inferiorità numerica. Poco dopo un’ membro dello staff del biancorosso viene allontanato per proteste, stessa sorte un minuto più tardi per il Direttore Sportivo del Cuneo Borgo. La gara si conclude così 0-0, ma mentre le squadre si dirigono verso gli spogliatoi anche Castellana riceve il cartellino rosso probabilmente per qualche lamentela di troppo nei confronti dell’arbitro.

Il Cuneo dovrà quindi affrontare i play out contro la Lucchese previsti per sabato 18 maggio in trasferta e sabato 25 maggio al “F.lli Paschiero” senza due giocatori fondamentali per lo scacchiere di Scazzola. La squadra vincente disputerà il secondo spareggio contro la vincente  dei play out del girone C (Bisceglie o Paganese), mentre la perdente verrà retrocessa in serie D.

CUNEO-PRO PATRIA 0-0

Ammoniti: Santacroce, Galli

Espulsi: Gissi, Castellana

CUNEO: Cardelli, Cristini, Arras (46’ Spizzichino), Defendi, Emmausso (74’ Gissi), Santacroce (46’ Caso), Suljic, Celia, Paolini (67’ Said), Kanis (67’ Jallow), Marin. All.: Lepore

PRO PATRIA: Tornaghi, Marcone (61’ Battistini), Disabato (56’ Ghioldi), Gucci (56’ Parker), Santana (61’ Pedone), Gazo, Bertoni, Boffelli, Zaro, Sane (7’ Galli), Cottarelli. All.: Javorcic

ARBITRO: Andrea Zingarelli di Siena

ASSISTENTI: Alessandro Pacifico di Taranto e Salvatore Marco Dibenedetto
di Barletta