Il corteo degli anarchici per le vie di Cuneo

Grande dispiegamento di forze dell'ordine e circa 200 partecipanti che hanno manifestato per le vie della città: insulti e cori, ma nessuno scontro

0
952

Cori, musica e slogan, ma si è svolto senza disordini particolari né incidenti il corteo anarchico organizzato dall’associazione “Alpi Libere” nel pomeriggio di oggi, sabato 27 aprile, a Cuneo.

Circa duecento persone hanno partecipato alla manifestazione della Resistenza “contro razzismi, fascismi e discriminazioni di ieri e di oggi”: si sono ritrovati in piazzale della Libertà, di fronte alla stazione, poi poco dopo le 16 la partenza del corteo, accompagnato da striscioni, musica ed alcuni cori. I manifestanti hanno imboccato corso Giolitti per poi proseguire in corso Nizza e raggiungere piazza Galimberti. Numerose le tappe per discorsi e piccoli comizi, prima della conclusione della manifestazione al Parco della Resistenza.

Lungo tutto il percorso, era stato disposto il divieto di sosta (dalle 12 alle 20), con la chiusura al traffico dei corsi Giolitti e Nizza. Importante il dispiegamento di forze dell’ordine, prese di mira dagli insulti e dai cori dei manifestanti, che se la sono presa anche contro Matteo Salvini e il Governo. Fortunatamente però il corteo si è svolto senza incidenti né tensioni particolari.