Rifreddo: il sindaco Cesare Cavallo fa il bilancio degli ultimi 5 anni

0
86

Rifreddo il sindaco Cesare Cavallo fa il bilancio degli ultimi 5 anni. Risistemate le scuole cittadine e la viabilità, portato le tasse ad un livello che non teme confronti ma anche sostenuto fortemente le attività sociali.
“Fare un bilancio delle attività svolte in un quinquennio di amministrazione è sempre un’attività molto ardua. Infatti da un lato si rischia di autocelebrarsi e dall’altro si corre il rischio di “dimenticarsi” di cose anche piuttosto importanti. Comunque sia vale la pena di spendere qualche minuto per ripercorre quello che è stato ed i capelli che si sono persi in quel periodo. In primis sono davvero contento di essere riuscito a portare a casa la sistemazione di entrambi i plessi scolastici cittadini. Infatti il fabbricato dell’asilo è ora completamente ristrutturato e se nei prossimi mesi verrà riqualificata anche l’area esterna. Sulle elementari la situazione è ancora migliore visto che altre al fabbricato abbiamo ri-naturalizzato anche l’area esterna e nei prossimi mesi verrà completata la ritinteggiatura esterna. Un altro aspetto molto positivo riguarda la manutenzione delle strade comunali e la riqualificazione del centro cittadino. Sul punto va detto che negli ultimi anni sono state sistemate praticamente tutte le carrozzabili principali e che con la realizzazione delle aree in porfido il centro ha cambiato volto. Inoltre sono già in cantiere la sistemazione delle griglie di raccolta acqua su via Parrocchia e un intervento sull’annoso problema della raccolta acque in via Ruata canali. Tante soddisfazioni ci sono state anche sul versante manifestazioni dove abbiamo sostenuto con ogni mezzo il gruppo dei giovani e con lo stesso riportato in auge manifestazioni come la festa patronale di San Luigi. Sempre in campo sociale abbiamo potenziato il Consiglio comunale dei ragazzi che svolge tantissime iniziative e che è stato negli anni imitato dai comuni vicini così come, in collaborazione con la parrocchia abbiamo creato un Estate ragazzi che non solo fa divertire i nostri figli ma che attrae partecipanti anche dalle realtà limitrofe. La soddisfazione più grande però è quella di aver mantenuto le tasse ed i servizi ad un costo che non teme paragone con nessun altro ente. Da noi, infatti non si paga la TASI la mensa e lo scuolabus costa molto meno che altrove ed il bilancio con equilibrio in parte corrente (caso rarissimo) ci consentirà di mantenere le stesse prerogative anche negli anni futuri. Un bilancio di cui sono orgoglioso soprattutto perché ottenuto soltanto con le nostre forze. Infatti non è sfuggito a nessuno come altri enti (penso alla Regione in primis) non ci abbiano dato nemmeno un centesimo ed anzi abbiano spesso tentato di metterci i bastoni tra le ruote perché ci siamo opposti ai loro progetti di riduzione della nostra autonomia oppure perché non abbiamo acconsentito a ricollocazioni di migranti sul nostro territorio”.