Fossano, si conclude con un pienone il Motoraduno di Primavera: il bilancio è più che positivo (FOTO E VIDEO)

Ai nostri microfoni le parole del vice presidente del Motoclub Fossano Renato Masante e di Don Mario Dompè, per tutti "Don Biker"

0
632

Non ha cessato il fiume di centauri e visitatori che anche in questa giornata conclusiva ha inondato la 38° edizione da record del Motoraduno di Primavera, inaugurando ufficialmente la nuova stagione su strada.

Stamane come di consueto uno dei momenti più attesi della manifestazione, la messa e la benedizione celebrata in Piazza Diaz da Don Mario Dompè che con il suo carisma travolgente ha divertito i numerosissimi presenti, portandoli però anche a riflettere sull’importanza della prudenza alla guida. Non sono mancati momenti di commozione ricordando i nomi di chi proprio su quelle due ruote ha perso la vita, a loro e al campione Marco Simoncelli scomparso otto anni fa, è stato dedicato il tradizionale minuto dove le centinaia di moto partecipanti hanno dato gas accompagnati al rumore del pubblico.            Al termine sono stati premiati i rappresentanti dei Motoclub che hanno partecipato all’evento.

«Questo sport è una passione, un modo di vivere e di viaggiare e noi ci teniamo molto che tutto il motociclismo possa avere il suo spazio meritato in Italia e in questa nostra bellissimo territorio di Fossano» afferma il Senatore Giorgio Bergesio.

Per tutta la giornata si sono susseguiti spettacoli, gare, mostre e possibilità di trovare le ultime imperdibili offerte di fine stagione tra i banchi dello “Sbaracco”, da Piazza Catello, uno dei luoghi protagonisti del motoraduno si è potuto godere di uno spettacolare panorama a bordo della mongolfiera di Mondovì. Il castello degli Acaja ha ospitato la mostra fotografica “SUPER SIC 58 – OLTRE IL LIMITE” curata da Gianfranco Avallone.

Due giornate all’insegna della passione e del divertimenti hanno tracciato un bilancio quindi ottimale per la prima grande manifestazione dell’anno a Fossano, che da sempre abbraccia la forte collaborazione tra l’amministrazione comunale e il MotoClub, presidiato da Gianni Mina.