Un concorso fotografico internazionale per raccontare il patrimonio archeologico del territorio transfrontaliero

Al via la prima edizione del concorso fotografico “Sguardo sulle tracce del nostro passato nella regione transfrontaliera”, organizzato dal Comune di Cuneo e dal Dipartimento delle Alpi dell’Alta Provenza in collaborazione con il Comune di Bene Vagienna, nell’ambito del progetto n.1681 TRA[ce]S

0
155

Al via la prima edizione del concorso fotografico “Sguardo sulle tracce del nostro passato nella regione transfrontaliera”, organizzato dal Comune di Cuneo e dal Dipartimento delle Alpi dell’Alta Provenza in collaborazione con il Comune di Bene Vagienna, nell’ambito del progetto n.1681 TRA[ce]S – Trasmettere Ricerca Archeologica nelle Alpi del Sud, finanziato dal Programma Interreg. V-A Francia-Italia ALCOTRA 2014 – 2020.

Il concorso, a partecipazione gratuita, è finalizzato alla promozione e alla valorizzazione del patrimonio culturale transfrontaliero, con particolare riferimento ai siti archeologici del territorio interessato dal progetto, che costituiscono testimonianze lasciate dall’uomo nei millenni e ricordano le sue interrelazioni con il territorio.

In territorio italiano, i siti archeologici che fanno parte del progetto si trovano nei comuni di Aisone, Bene Vagienna, Castelletto, Stura, Chiusa di Pesio, Costigliole Saluzzo, Cuneo, Roaschia, Sant’Albano Stura, Valdieri.

L’intento è quello di suggerire e sviluppare nei cittadini un nuovo sguardo sul patrimonio culturale che ci circonda attraverso il linguaggio fotografico. Spazio alla creatività, alla fantasia e al gusto di tutti i fotoamatori, chiamati a esprimere il proprio punto di vista su questo importante tema. Bianco e nero o colore, immagini con persone o fotografie architettoniche: non ci sono limiti nella scelta dello stile ma il concorso non prenderà in considerazione immagini esclusivamente paesaggistiche: al centro dello scatto si dovrà quindi aver cura di porre l’attenzione sul patrimonio culturale, ovvero l’insieme di beni, che per particolare rilievo storico culturale ed estetico sono di interesse pubblico e costituiscono la ricchezza di un luogo e della relativa popolazione.

Due le sezioni previste dal concorso: la prima riservata agli adulti e la seconda aperta esclusivamente a ragazzi e ragazze di età inferiore ai 18 anni; ognuno potrà partecipare al concorso con una sola immagine. Il concorso è aperto da marzo a maggio 2019: saranno prese in considerazione tutte le immagini aderenti alle richieste del regolamento e trasmesse agli organizzatori entro e non oltre domenica 19 maggio 2019.

Il concorso prevede l’assegnazione di premi e l’allestimento di una mostra itinerante transfrontaliera con le fotografie che una giuria, composta da due fotografi professionisti, due rappresentanti delle amministrazioni organizzatrici e partner del progetto, due archeologi e un presidente, decreterà vincitrici.

Saranno quaranta le fotografie selezionate per l’esposizione: venti per ciascuna categoria. Gli autori dei tre migliori scatti per ciascuna categoria si aggiudicheranno i premi in palio.
La mostra fotografica sarà inaugurata in Italia a Bene Vagienna il 29 giugno 2019, al termine delle giornate individuate per la realizzazione del convegno internazionale del progetto TRA[ce]S Trasmettere Ricerca Archeologica nelle Alpi del Sud. Successivamente, l’esposizione itinerante proseguirà in altre sedi legate al progetto.

Ulteriori informazioni e il regolamento completo del concorso sono disponibili sul sito web del Comune di Cuneo, raggiungibile attraverso il link http://www.comune.cuneo.it/cultura/museo.html

I premi in palio
PREMI CATEGORIA «ADULTI»
1° premio: una macchina fotografica completa di obiettivo e accessori per il tras- porto (valore stimato € 1.000 massimo)
2° premio un soggiorno per due persone (1 notte in mezza pensione) da uti- lizzare entro il 31 dicembre 2019 nel territorio transfrontaliero (valore stima-
to € 600 massimo)
3° premio: un hard disk (valore stimato € 200 massimo)
PREMI CATEGORIA «RAGAZZI»
1° premio: Fotocamera Panasonic-Leica DMC LX100
2° premio: Buono acquisto Amazon del valore di € 200,00
3° premio: Zaino-tracolla fotografico Manfrotto

Dettagli tecnici
La trasmissione delle fotografie, unitamente alla scheda d’iscrizione e alle autorizzazioni necessarie, potrà avvenire in qualsiasi momento dal 1 marzo al 17 maggio 2019, tassativamente entro e non oltre le 23.59 ora legale Europa Centrale, preferibilmente a mezzo wetransfer utilizzando l’indirizzo di posta elettronica: [email protected] La fotografia dovrà essere nominata sotto forma di “cognome_nome.jpg” e l’oggetto del messaggio di posta elettronica dovrà riportare: “Concorso fotografico TRA[ce]S seguito da cognome e nome dell’esecutore e partecipante”.

Il messaggio dovrà contenere tutti i seguenti dati:
Data e luogo dello scatto fotografico
Didascalia, titolo o legenda esplicativa di max 400 caratteri (spazi inclusi)
Cognome e nome del partecipante, nonché autore della fotografia
L’indirizzo postale e il numero di telefono (fisso e/o cellulare) del partecipante
Indirizzo email
La dicitura: “si è presa visione del regolamento del concorso fotografico e si accettano tutte le condizioni di partecipazione”
I dati forniti saranno utilizzati per i soli scopi connessi al concorso fotografico e non saranno comunicati a terzi esterni all’organizzazione.

Per saperne di più sul progetto
Il progetto ALCOTRA TRA[ce]S – Tasmettere Ricerca Archeologica nelle Alpi del Sud, di cui è capofila il Comune di Bene Vagienna e al quale partecipano inoltre Comune di Cuneo, Comune di Chiusa di Pesio, Unione dei Comuni del Fossanese, Ente di Gestione delle Aree Protette delle Alpi Marittime, Comune di Costigliole Saluzzo, Consiglio Dipartimentale delle Alpi di Alta Provenza, Comune di Digne-Les-Bains, Comune di Castellane, con il supporto specialistico delle Soprintendenze archeologiche del Piemonte e dell’Università di Torino, intende mettere a sistema i più significativi siti archeologici dalla Preistoria al Medio Evo presenti nell’area transfrontaliera.

Si tratta di organizzarli e collegarli in modo stabile nel tempo all’interno di un sistema di valorizzazione condiviso basato sul racconto temporale e spaziale delle relazioni, intercorse nel corso dei millenni, tra l’uomo e il paesaggio. In particolare il progetto persegue le finalità di conoscenza, tutela e valorizzazione del patrimonio archeologico e dei beni culturali quale componente determinante per elevare, diversificare e destagionalizzare la proposta turistica locale e per generare ricadute economiche sul territorio.

c.s.