Il Bra e la Raschera stringono il gemellaggio con la Fontina Dop

Il protocollo tra i Consorzi sarà firmato sabato 30 marzo nel corso della Festa di Primavera di Scarnafigi. Lo stesso giorno saranno premiati con i formaggi Dop i bambini nati nel 2018 a Frabosa Soprana, Ruffia e Scarnafigi

0
109

Venerdì 29, sabato 30 e domenica 31 marzo Scarnafigi torna ad ospitare la tradizionale Fiera di Primavera.

Grandi protagonisti dell’evento saranno come di consueto i Consorzi di Tutela dei formaggi Bra dop e Raschera dop che, in collaborazione con il Comune di Scarnafigi e l’associazione Octavia, daranno vita ad una tre giorni ricca di appuntamenti.

Su tutti: la firma del Protocollo di gemellaggio tra i due Consorzi con la Fontina Dop, ospite d’onore dell’appuntamento e la consegna di una forma di Bra e una di Raschera ai bambini e bambine nati nel 2018 a Ruffia, Frabosa Soprana e Scarnafigi.

“Dopo il gemellaggio e il patto di amicizia sancito lo scorso anno tra i Comuni simbolo delle nostre eccellenze casearie piemontesi – afferma il presidente del Consorzio per la Tutela del Formaggio Bra, Franco Biraghi –, quest’anno i nostri Consorzi sigleranno un nuovo e significativo gemellaggio, quello con il Consorzio Produttori e Tutela della Fontina Dop. Promuovere queste eccellenze è infatti un modo per valorizzare un territorio da un punto di vista turistico e rendere onore a questi grandi prodotti della tradizione, che sono poi gli intenti principali dei nostri Consorzi”.

“In qualità di Città dei Formaggi non potevamo che essere noi la sede di questo importante gemellaggio – aggiunge il sindaco di Scarnafigi, Riccardo Ghigo -. Per questa edizione della nostra Fiera accogliamo una grande Dop qual è la Fontina, per una partnership che siamo certi saprà valorizzare ancora di più le future edizioni della nostra manifestazione”.

L’intenso programma della Festa di Primavera avrà un prologo venerdì 29 marzo.

Alle ore 20.30, presso il teatro cittadino (Piazzetta Nuova, 1), si terrà un convegno dal titolo “Consigli per una corretta alimentazione” a cura della nutrizionista Gigliola Braga.

Seguirà una degustazione di formaggi, salumi, frutta ed un confronto con il pubblico con il quale dialogheranno: Tommaso Visca, presidente di Confagricoltura Torino; Tiziano Valperga, direttore di Arap (Associazione regionale allevatori Piemonte); Franco Biraghi, presidente dei Consorzi per la tutela del Bra e del Raschera; saranno, inoltre, presenti rappresentanti dei principali caseifici, salumifici e frutticoltori del territorio.  A seguire, verrà proiettato il film “Marghè Marghier” di Sandro Gastinelli, soggetto di Osvaldo Bellino e Paolo Viano.

La Festa entrerà nel vivo sabato 30 marzo: dalle 17, sempre con ritrovo nel teatro cittadino, su iniziativa dei Consorzi di tutela del formaggio Bra e Raschera, si terrà la premiazione dei bambini nati nel 2018 a Frabosa Soprana, Ruffia, Scarnafigi  con la successiva firma del ‘Protocollo di Gemellaggio’ con il Consorzio Produttori e Tutela della Fontina Dop.

Al termine è prevista l’esibizione del gruppo folkloristico “Traditions Valdotaines”.

Alle 19 ci si sposterà all’esterno per l’inaugurazione della nuova Piazza della Chiesa, cui seguirà una cena conviviale su invito promossa dai Consorzi di Tutela dei formaggi Bra Dop e Raschera Dop presso il Castello di Scarnafigi.

Domenica 31 marzo alle 10.30, nella Piazza del Municipio, davanti alle autorità civili e militari ci sarà l’inaugurazione ufficiale della Fiera di Primavera, con l’esibizione della Banda di Villafalletto e la firma di un “Patto di Amicizia” tra i Consorzi di Tutela dei formaggi Bra Dop e Raschera Dop, il Consorzio di Tutela e Promozione del Crudo di Cuneo Dop, il Consorzio Salame Piemonte Igp, AlbaWine e Joinfruit.

Alle 11.30 si terrà la premiazione della maratona fotografica “Terra, popoli e gusti del territorio di Octavia: Bra e Raschera attori protagonisti. Dalla materia prima al piatto in tavola”, iniziativa che ha visto fotografi, appassionati della fotografia, ma anche studenti e semplici cittadini cimentarsi con l’obiettivo nell’immortalare soggetti attinenti la filiera di produzione dei formaggi Bra e Raschera.

Seguirà dalle 12.30 il pranzo su prenotazione organizzato nella Chiesa della Confraternita (costo 10 euro, prenotazione entro le ore 11 di domenica 31 marzo al numero di telefono 0175/74420 – ristorante Il Nuovo Monarca).

Durante tutto l’arco della giornata, per le vie centrali del paese sarà allestita una degustazione e vendita di formaggi locali e valdostani oltre che di salumi del territorio.

La Proloco organizzerà il banco di beneficenza e il mercato ambulante con la presenza dello scultore Daniele Viglianco.