Promozione C: Magno ferma il Pedona. Centallo, il gol di Racca vale il campionato?

Sommariva Perno corsaro a Montà, pari tra Busca e Revello

0
810

Giovanile Centallo, e poco altro da aggiungere. Gli aggettivi sono quasi finiti per la compagine rossoblù, che vince ancora, raggiunge quota 52 in ventuno gare e resta saldamente in vetta nel girone C di Promozione, aumentando il divario sul Pedona.
Basta Racca e non è cosa da poco, contro una Roretese solida e compatta, decisa a fare la partita della vita contro la capolista per trovare un punto importante in ottica salvezza. Alla fine, l’ha decisa uno dei faticatori di Bianco, con l’aggiunta della solita invalicabile fase difensiva, unica ancora sotto i dieci gol al passivo (nove).

Dietro, come detto, è stop per il Pedona di Tallone. Non basta Pepino (questa volta Mosè) contro il Villafranca, che ringrazia il vecchietto terribile Magno e strappa un punto prezioso in quel di San Rocco Castagnaretta. Ora sono nove i punti tra la prima e la seconda, mentre i borgarini sono a +8 sulla quinta e quindi possono ancora “lavorare” per evitare il primo turno playoff.

Poi, molto sotto, il Csf Carmagnola, che passeggia su un Cavour quasi da resa, precipitato al nono posto in classifica dopo un febbraio orribile. Tutto facile per gli uomini di Milani, che vincono 3-0 e consolidano il terzo posto a quota 38.

Alle loro spalle, il Pancalieri Castagnole, che vince un match tutt’altro che agevole contro l’Infernotto per 2-0. Un successo che pesa, visto soprattutto il ko del Bsr Grugliasco in casa contro l’Atletico Torino nel posticipo per 2-1. Ora i primi cinque posti sono più definiti.

A pari punti con l’Infernotto, ecco il Busca, che manca il successo contro il Revello, complice anche la rosa cortissima di Zabena (assenti Monge, Bertola e Peyracchia, in corso d’opera infortunio per Giordana). Finisce 0-0 con l’occasionissima per vincere dei grigi, che sciupano il penalty dell’1-0 con Ahanotu (palla sul palo).

Dietro al Villafranca, battistrada del secondo gruppo di fatto con il Cavour, è bagarre, con la già citata Roretese agganciata dal Sommariva Perno, corsaro sul campo di una Polisportiva Montatese in crisi di nervi, identità e che più ne ha più ne metta. 2-1 finale, con Tesio e Valsania a vanificare il gol di Garrone, facendo precipitare i Lo Nano boys al quartultimo posto, appena 3 sopra il penultimo.

Già, perché anche dietro si prova a correre. Fa punti il Revello a Busca, ma fa punti soprattutto la Piscineseriva, che travolge come pronosticabile il Garino 3-0 e sale a 18. In rete Casciano, Gualtieri e Colaianni. La Polisportiva, a -14 dal penultimo posto, è sempre più in Prima Categoria.