Furti nell’albese: un arresto e due deferimenti

0
297

Controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Alba finalizzati al contrasto al fenomeno dei reati contro il patrimonio e nello specifico, furti in abitazione.

I militari delle Stazioni di Alba e Govone hanno tratto in arresto in flagranza di reato e denunciato altre due persone minorenni per furto aggravato in concorso avvenuto presso un’abitazione sita in Piana Biglini. I tre, tutti di etnia sinti, sono stati fermati dai carabinieri letteralmente con le “mani nel sacco” in quanto al giungere dei militari sul posto i tre ladri avevano appena finito di riempire 5 sacchi con più di 100 kg di rame.

A poco è valso il tentativo di fuga dei tre ladri poiché gli stessi venivano fermati e condotti presso il Comando Compagnia di Alba. Per il maggiorenne è scattato l’arresto, mentre i due minori sono stati denunciati e riconsegnati alle proprie famiglie.

I militari della Stazione di Diano d’Alba hanno deferito in stato di libertà un cittadino italiano 48 enne per furto aggravato. Quest’ultimo, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, è stato sorpreso dai militari mentre asportava circa 100 euro dalla cassetta della parrocchia del paese.

I militari della Stazione di Cortemilia hanno deferito per porto di oggetti o armi atti ad offendere un cittadino nuorese pluripregiudicato per furto. Lo stesso, durante un posto di controllo in Castelletto Uzzone, veniva trovato in possesso di un machete nascosto accuratamente nel bagagliaio della propria autovettura; l’arma veniva sottoposta a sequestro.

c.s.