Venerdì mattina nero per i pendolari della Cuneo-Torino

0
311

Venerdì nero per i pendolari presenti sul treno 22960 delle 6,12 Cuneo- Fossano: il treno citato, dovendo attendere 6 minuti alla stazione di Centallo, ha accumulato 8 minuti di ritardo ma arrivando comunque a Fossano alle 6,43. Il regionale veloce delle 6,44, il RV 10122 che arrivava da Savona per Torino, era già sul binario: i pendolari nonostante aver preso il sottopasso di corsa, giunti sulla banchina hanno trovato ancora il treno per Torino, ma questi aveva già bloccato le porte ed è partito, senza i pendolari del Cuneo-Fossano. Tutto ciò nonostante il capotreno del Cuneo-Fossano avesse detto che aveva avvisato e il treno da Savona per Torino li avrebbe aspettati.

Preso l’SFM7 delle 7,01 arrivati a Carmagnola si sono ritrovati nuovamente bloccati causa guasto ad un treno precedente, così come i treni a seguire accumulando un ritardo dai 20 ai 30 minuti.

Non solo si sono dovuti alzare presto per poter arrivare alle 8 al loro posto di lavoro, ma credo si siano sentiti come minimo di essere presi in giro non una ma bensì almeno due volte, arrivando in ritardo di quasi un’ora e probabilmente con la necessità di doversi anche giustificare con il rischio di non essere neanche creduti, perché quanto successo sembra uno scherzo di carnevale da parte di Trenitalia, un brutto scherzo che ha portato un grosso disagio di tempo e di denaro a tutti questi pendolari. – ha commentato Claudio Menegon del Comitato Pendolari CN-TO –Non so bene a cosa imputare questo “incidente”, le cause possono essere varie, ma mi auguro che non succeda più, e come referente del comitato cercherò di fare tutto il possibile per far sì che tale connessione sia considerata una coincidenza a tutti gli effetti“.