Le Tavole Accademiche “abbracciano” educazione, alta cucina, costi equi e prodotti locali (FOTO)

Illustrato il Calendario degli chef per l'edizione 2019 all'Unisg di Pollenzo; Karime Lopez (messicana) è la Miglior Donna Chef premiata in occasione della Guida Identità Golose

0
139
In prima fila, nell'Aula Magna in frazione Pollenzo, Carlo Petrini (presidente Unisg e fondatore di Slow Food) (foto Danilo Lusso - Ideawebtv.it)

Aula Magna colma di studenti e addetti ai lavori, ieri a mezzogiorno all’Università di Scienze Gastronomiche di frazione Pollenzo (Bra), per l’attesa presentazione del Calendario degli chef ospiti delle Tavole Accademiche per l’anno 2019.

Le Tavole Accademiche “abbracciano” educazione, alta cucina, costi equi e prodotti locali. Il tutto con la preparazione di piatti stagionali e a base di prodotti locali, gli arredamenti e i componenti per la fruizione del cibo in materiali eco-sostenibili, l’impiego di attrezzature a ridotto consumo energetico, un sistema di prenotazione che riduce gli sprechi alimentari.
Ogni anno, 25 chef provenienti da tutto il mondo preparano per gli studenti le loro ricette, utilizzando prodotti locali e di stagione e contenendo i costi, nel pieno rispetto dei principi del buono, pulito e giusto.

Un’occasione per incontrare informalmente gli chef per capire meglio i loro segreti. Con le Tavole Accademiche, gli studenti Unisg vivono la pausa pranzo come un’opportunità di formazione sensibile e concreta.

Alla presentazione, sono intervenuti: Nicola Perullo, professore associato di Estetica all’Università di Scienze Gastronomiche; Karime Lopez, chef de cuisine di Gucci Osteria da Massimo Bottura, Firenze; Eugenio Signoroni, curatore della guida Osterie d’Italia di Slow Food e Carlo Petrini, presidente dell’Università di Scienze Gastronomiche e fondatore di Slow Food.

Perullo: “La Tavole Accademiche sono un momento formativo e di comunità, una realtà didattica. Punto fondamentale della nostra Università. Gli studenti e la comunità di Pollenzo, cerano di vivere le Tavole Accademiche con coinvolgimento, fornendo idee, progetti, suggerimenti“.

Karime Lopez, messicana di origine, è la Miglior Donna Chef premiata da Acqua Panna e San Pellegrino in occasione della presentazione della edizione 2019 della Guida Identità Golose.
A 19 anni decide di lasciare Parigi dove studiava arte, per raggiungere la Spagna. In Europa si è formata prima al Mugaritz di San Sebastian e poi al Noma in Danimarca, tappe importanti a cui si aggiungono esperienze al Ryugin di Tokio, in Sud America, tra Messico e Perù dove ha lavorato al Central di Lima accanto a Virgilio Martinez.