Volley A2/M: carattere Cuneo! Club Italia battuta 3-2 con una super-rimonta

0
631

Una rimonta che fa bene. La BAM Acqua S.Bernardo trova due punti vitali sul campo del Club Italia dell’ex Monica Cresta e muove ancora la classifica dopo il 3-1 su Taviano: prestazione tutta carattere ed orgoglio per i biancoblu di Serniotti, che perdono Caio ad inizio partita (per lui una lussazione al dito medio della mano destra), vanno sotto 0-2, venendo fuori alla distanza, annullando diversi set point in un quarto set infinito (e concluso 28-30) e dominando il tie-break, l’ennesimo giocato dalla giovane formazione federale, a cui non basta il trentello di un Motzo in grande giornata.

Finisce 2-3 con coach Serniotti che può sorridere, sia per l’aggancio su Pordenone (in attesa delle gare di domani) al decimo posto, sia per le risposte sul campo (Galaverna al top con 29 punti, decisivo Bolla nei momenti delicati), nonostante la discontinuità ormai cronica vista in questa stagione. Secondo successo di fila, praticamente un inedito in questo campionato, e buon palliativo al “mal di trasferta” biancoblu, con il secondo successo (entrambi al tie-break) sulle dieci gare disputate lontano dal Pala UbiBanca.

SESTETTO CUNEO

Cortellazzi in palleggio, opposto Caio; centrali Dutto e Picco, in banda Galaverna e Mazzone, libero Prandi.

SESTETTO CLUB ITALIA

Diagonale Salsi, opposto Motzo; in mezzo Cianciotta e Mosca, schiacciatori Stefani e Recine, libero Federici.

PRIMO SET

0-5 immediato, coach Cresta ferma il gioco. Club Italia entra nel match, mani out di Recine per il 3-8 mentre Caio è costretto a lasciare il rettangolo di gioco per una botta ad un dito: al suo posto entra Bolla. Mazzone e Bolla a segno, Cuneo prende il volo: 10-3. Break per i padroni di casa che accorciano: l’ace di Recine vale il 7-11. Continua la risalita dei padroni di casa: pipe vincente dello stesso Recine, poi l’ace di Cianciotta, 9-12 e time out Serniotti. Parità raggiunta a quota 12, Galaverna ferma l’emorragia e dopo un parziale complessivo di 9-2, per il punto del 12-13. Ospiti che patiscono il servizio di Stefani, per la prima volta Club Italia passa avanti, 14-13. Recine continua a far male: mani out, 17-16. BAM che deve inseguire nel finale: il primo tempo di Cianciotta, vale il 20-18. Sul 23-20 time out Cuneo. Il muro Motzo-Mosca vale tre set point per il Club Italia: il primo tempo out di Dutto chiude il set, 25-21.

SECONDO SET

Buon turno di battuta di Cortellazzi in apertura: 0-3. Club Italia si sblocca dopo un lungo scambio in cui non bastano a Cuneo due belle difese di Prandi: Stefani fa 1-4. Così come nel set precedente, paziente risalita degli uomini di casa: Motzo per due volte, e con un ace, rimette in carreggiata i federali, 5-6. Mazzone e Galaverna tengono a distanza gli avversari, 7-10. Club Italia spinge forte con Stefani e Recine, ancora -1 (10-11). Parità che arriva a quota 12. Sul 16-15 time out Serniotti. Al rientro in campo, ace fulminante di Motzo, 17-15. Stefani continua a macinare punti: bel diagonale da posto 4 per il 20-18. Cuneo non molla: ace di Galaverna, 22-22. Grande incrocio di Mazzone, che mette a segno un punto pesante: 22-23 e time out per Monica Cresta. Al ritorno in campo, zampata di Stefani per il 23 pari. L’attacco di Motzo, con tocco del muro ravvisato dal video-check, regala un set point ai padroni di casa: il gran muro di Mosca su Mazzone vale il 2-0 (25-23).

TERZO SET

Cuneo avanti, ma questa volta Club Italia prova a stare a contatto, 3-5. Break cuneese di 4-1, Picco mette giù il 4-9, inducendo coach Cresta a chiedere time out. Piemontesi che, finalmente, prendono ritmo: “seconda” di Cortellazzi, che beffa la difesa avversaria, 5-11. Ace di Stefani, ma CRAI resta a -4 (10-14). Cuneo che allunga ancora: 10-17 e Cresta inserisce Zonta in regia. Sul 13-18 spazio anche a Magalini per il turno di battuta. Ace di Gamba su Prandi, Serniotti richiama i suoi in panchina (15-20): l’ex schiacciatore proprio di Cuneo si ripete, 16-20. Cuneo non si scompone e porta a casa il set: l’attacco in rete di Gamba consegna 6 set point alla formazione ospite (18-24). Club Italia ne cancella due (20-24), Zonta manda in rete il servizio, finisce 20-25.

QUARTO SET

Cuneo recupera subito un mini-svantaggio in avvio, da 2-0 a 2-2. Tanti errori in questa prima fase, 4-4. BAM che prova a sbloccare la situazione di costante parità: muro Dutto-Mazzone, 9-11. Le squadre, comunque, restano fianco a fianco: Galaverna attacca, Picco trova l’ace del 14-16, time out Club Italia. Stefani e Recine ribaltano il punteggio, 18-17 e questa volta è Serniotti a rifugiarsi nel time out. Finale intenso: scambio tosto, lo risolve Stefani (19-18); replica Mazzone, nuova parità. Difese che danno tutto, scambi duri: Motzo trova per due volte lo spazio per incrociare da zona 4, 23-22. Mani out di Galaverna, poi il primo tempo a segno di Mosca: match point Club Italia (24-23), annullato da Bolla dopo una ricezione non semplice di Cuneo (24-24). Fuori in servizio di Galaverna, Bolla annulla anche il secondo match point e manda avanti la BAM, 25-26. Motzo ci mette una pezza, ma Bolla è in pieno ritmo, 26-27. Stefani attacca, si va ancora avanti. Alla fine la spunta Cuneo: ace di Mazzone, poi il muro di Galaverna, 28-30.

QUINTO SET

Botta e risposta Galaverna-Mosca, 1-1. Cuneo stoppa gli avversari con il muro: Dutto e Galaverna puniscono, 2-4. Sul 2-5 time out Cresta. Cuneo cerca la fuga definitiva: primo tempo di Dutto, poi un altro muro: 4-8 al cambio di campo. Il duo Cortellazzi-Picco dice “no” ad un altro tentativo avversario, 5-10 ed altro time out per Club Italia. BAM che vede il traguardo ma i padroni di casa non mollano: ace di Zonta, con Cortellazzi che si infortuna leggermente per cercare di recuperare in extremis il pallone, 8-12. Cinque match point dopo il mani out di un Galaverna mattatore silenzioso e sfiora i 30 a referto: Stefani annulla il primo, Dutto chiude con l’ennesimo primo tempo, 10-15 e rimonta completata.

CLUB ITALIA CRAI ROMA – BAM ACQUA S.BERNARDO CUNEO 2-3 (25-21, 25-23, 20-25, 28-30, 10-15)

CLUB ITALIA: Salsi 1, Motzo 30, Cianciotta 7, Mosca 10, Stefani 17, Recine 16, Federici (L). Zonta 2, Magalini, Benedicenti (L2), Gamba 2. NE: Biasotto, Maletto, Dal Corso. All. Cresta.

CUNEO: Cortellazzi 2, Caio 1, Dutto 11, Picco 8, Galaverna 29, Mazzone 12, Prandi (L). Armando, Bolla 19, Testa. NE: Amouah, Chiapello, Alborghetti. All. Serniotti.