Promozione: Centallo inarrestabile, Csf di forza! Al Villafranca lo scontro-salvezza di Sommariva Perno

Tre gare rinviate, Pedona in scioltezza, mentre cade ancora il Busca

0
273
In foto, bomber Barison (Villafranca)

Vincono le prime, fa l’impresa il Carmagnola, domina il maltempo. É stato questo in sintesi il diciottesimo turno del girone C di Promozione, con la neve che ha avuto una forte voce in capitolo.
Sono tre i campi, infatti, in cui non si gioca. Saltano Revello-Roretese, Cavour-Infernotto e Piscineseriva-Montatese, con sole cinque gare disputate.

La più importante, al Valeo di Mondovì, la vince il Centallo, che supera anche il difficile ostacolo Pancalieri Castagnole con un 2-1 da squadra vera. La decidono Giordana e Viglione, regalando a Bianco quota 45 e la conferma del +6 sul Pedona.

Pedona che, come prevedibile, fa il suo a Garino, travolgendo la Polisportiva 4-0 in una sorta di testacoda. Mattatore Brino, autore di una doppietta, a cui si aggiungono le reti di Pepino e Macagno. Brino nuovo capocannoniere, con Pepino sono già 28 in due.

I borgarini sono sempre secondi, davanti, ora, al Carmagnola, che si conferma da alti e bassi trovando una grande vittoria in casa dell’Atletico Torino, a cui non basta un rigore di Dispenza. Di Osella e Garrone le reti che fanno dire 33 a Milani.

Con Cavour a riposo forzato e la sconfitta delle altre, chi sbaglia ancora è il Busca, che conferma di essere partita nel peggiore dei modi nel suo 2019. Finisce 0-1 nel posticipo di San Rocco Castagnaretta contro il Bsr Grugliasco, con i torinesi che ringraziano Micelotta e trovano tre punti che mantengono vive le speranze playoff.

Chiude il pesante ko del Sommariva Perno contro il Villafranca. Non basta il gol iniziale di Tesio, con Barison e Garis che segnano la rimonta per i giallorossi. Nel finale, poi, un po’ di tensione, con il direttore di gara che allontana dal campo, oltre al medico e ad un dirigente, Tibaldi, aggiungendolo di fatto all’elenco di espulsi di cui facevano già parte Poli (nel primo tempo) e Mattis (nel finale per somma di ammonizioni). Un’altra “gatta da pelare” per mister Flavio Boetti, che nelle ultime sette gare ha gioito in una sola occasione.

In attesa dei recuperi, un dettaglio non indifferente: ad oggi la corsa al quinto posto sarebbe inutile, visto il +12 attuale del Pedona, secondo, sul duo Pancalieri-Atletico Torino.

CLASSIFICA MARCATORI: Brino (Pedona) e Perrone (Csf Carmagnola) 15, Pepino Igor (Pedona) 13, Magnino (Giovanile Centallo) 12, Barison (Villafranca) 11.