IDEA AWARDS 2018 – Tempo di eleggere il MIGLIOR DIFENSORE. VOTA SUBITO!

0
1635
I cinque candidati per la palma Miglior Difensore 2018

Lanciate le votazioni per la palma di miglior numero uno della provincia di Cuneo, è tempo di eleggere il più forte della retroguardia per gli Idea Awards 2018!
Ecco i cinque nomi tra i quali potrete scegliere il vostro preferito, emersi dopo una sorta di pre-selezione effettuata con il contributo di 26 giornalisti e dei loro voti.

Partiamo da una sorta di sorpresa, almeno per quelle che potevano essere le previsioni. Stiamo parlando di Fabiano Santacroce, capitano e leader di un Cuneo inaspettato, capace di trasformare la propria linea arretrata in un bunker, prima delle ultime difficilissime settimane, nelle quali hanno inciso anche le voci extra-sportive. Merito, perlopiù, proprio dell’ex Napoli e Parma, giunto in corso Monviso per svernare ma trasformatosi in una garanzia di affidabilità e dinamismo, oltre che, in alcune circostanze, in un playmaker difensivo.

Una delle principali “attrazioni distrattive” in biancorosso, che hanno consentito di dimenticare, o almeno di addolcire, le peripezie e le difficoltà emerse fuori dal rettangolo di gioco.

Dalla C al semi-professionismo, dove troviamo un abbonato degli Awards: Alessandro “Lillo” Rossi. Quattro reti nello scorso campionato, due in quello in corso (entrambe decisive), il “figlioccio” di mister Daidola ha dimostrato di aver raggiunto a ventiquattro anni la piena maturità calcistica, dirigendo la retroguardia giallorossa, ancora una volta a caccia dei playoff in Serie D.

È stato il gol, invece il marchio di fabbrica di Ciro Pernice, bomber della passata stagione tra i difensori, che quest’anno non è però ancora riuscito a sbloccarsi. Resta comunque lui il leader tecnico e caratteriale della retroguardia grigiorossa, rinfoltita dal pesante arrivo di Bottasso, a caccia della salvezza. Magliano ha dimostrato di fare ampio affidamento sulle sue giocate e sulla sua capacità di sapersi adattare in più zone della difesa per costruire le proprie rose.

Il salto nel mondo di mezzo, infine, tocca due figure che hanno assaporato, chi prima e chi poi, anche la Promozione. Mattia Tortone il primo nome, dopo un 2018 eccezionale, vissuto tra un trionfo in Promozione d’altissimo livello ed una conferma a grandi livelli con il suo Moretta, condotto da capitano verso lidi quasi inattesi.

Il secondo, ed ultimo del nostro lungo elenco, è invece Livio Monge. Una sorta di dulcis in fundo in questo lungo racconto: uno dei punti di forza della Pro Dronero che lo scorso anno ha centrato il double Coppa-Campionato, Livio ha scelto in estate di non lanciarsi nella sfida alla Serie D, in cui avrebbe ancora rappresentato una delle certezze dei “draghi”, preferendo tornare nella squadra della sua città, il Busca, per prenderlo per mano e guidarlo nella difficile corsa ai playoff di Promozione. La sua passata esperienza in biancorosso si racconta da sé, ma anche i sette clean sheet dei grigi in questa prima parte di stagione dicono molto di quello che ha portato in dote alla corte di Zabena.