Elezioni Comunali 2019 – Chiusa Pesio verso l’ ‘Illuminismo’ con il candidato sindaco Armando Erbì.

«Bisogna ridare luce al paese e a tutta la Valle, in modo che le persone siano felici di vivere qui».

0
951
Foto Facebook Armando Erbì

Il 26 Maggio Chiusa Pesio andrà al voto per eleggere una nuova amministrazione che faccia seguito a quella del Sindaco uscente Sergio Bussi, che sta portando a termine il suo secondo mandato. 

In queste settimane è ufficialmente partito il “toto-sindaco” e il primo nome della lista dei futuri candidati è quello di Armando Erbì, Consigliere Comunale a Chiusa di Pesio da molti anni, ha da sempre dedicato la sua vita alla valorizzazione turistica del territorio a fianco di molte associazioni ed enti locali. Lo abbiamo raggiunto telefonicamente per avere maggiori dettagli.

“Oscurantismo” versus “Illuminismo” con queste due parole si potrebbero riassumere i punti del progetto del suo gruppo. Come si può realizzare per voi la rinascita di Chiusa Pesio?

«Bisogna ridare luce al paese e a tutta la Valle, in modo che le persone siano felici di vivere qui. Il turismo è ciò che permette non solo di valorizzare il territorio, ma contribuisce anche a rafforzare l’economia locale. Mi piacerebbe vedere di nuovo famiglie giovani trasferirsi in paese».

Il nome del gruppo che la vede come candidato a primo cittadino è “Laboratorio Chiusano 2019”, quali sono i progetti che avete pensato per il vostro paese?

«Non possiamo svelare ancora i dettagli, ma Chiusa Pesio è un paese con un grande potenziale, bisogna solo saperlo sfruttare; la nostra idea è quella di rendere i residenti sempre più orgogliosi di abitare in questo paese, perché se un posto è amato dai cittadini fa venir voglia a tutti di viverci. Bisogna creare un forte senso di apparenza e di identità e il turismo può essere la chiave».