Saluzzo: “I giovedì delle salute” e l’inaugurazione delle nuove strumentazioni (VIDEO e FOTO)

In collaborazione con l'Asl CN1, Officina delle Idee di Saluzzo e Amici dell'ospedale di Savigliano. Macchinari d'avanguardia in Ventiloterapia, Endoscopia e Oncologia

0
297
Durante la conferenza stampa nella sala archivio del nosocomio saluzzese (foto Danilo Lusso - Ideawebtv.it)

“I giovedì della salute” sono stati presentati questa mattina, nella sala archivio dell’ospedale civile di Saluzzo, in collaborazione con l’Asl CN1, Officina delle Idee di Saluzzo e Amici dell’ospedale di Savigliano.

Da gennaio e per buona parte del 2019, gli incontri aperti alla cittadinanza si svolgeranno nelle strutture ospedaliere di Saluzzo, Savigliano, alla Croce Nera saluzzese ma, anche, a Brossasco e Racconigi.

Il nostro cibo è sicuro? I controlli sulle produzioni sono una garanzia per il consumatore; Conservare e utilizzare correttamente i cibi per prevenire problemi sanitari; Numero Unico di Emergenza 112; La malattia vista dal malato; Conoscere per decidere: il testamento biologico; Fascicolo sanitario elettronico; sono i temi degli incontri in programma.

Conferenza svoltasi alla presenza, tra gli altri, del dg Asl CN1 Salvatore Brugaletta, dei presidenti Giovanni Damiano (Officina delle Idee di Saluzzo) e Remigio Galletto (Amici dell’ospedale di Savigliano), del sindaco Mauro Calderoni, del vice-sindaco Franco Demaria, del consigliere regionale Paolo Allemano e di diversi funzionari del “mondo” della salute cuneese.

Terminata la conferenza stampa, i presenti si sono spostati nei reparti di Ventiloterapia (serve tutta la provincia Granda, parte di quella torinese e una fetta della Liguria), Endoscopia e Oncologia, per l’inaugurazione e la consegna formale dei nuovi macchinari, in dotazione grazie alle donazioni della Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo (presente il n°1 Giovanni Rabbia).

Dr. Nicola Lunaro, direttore della Terapia Intensiva Respiratoria: “Macchinario per broncoscopie e broncolavaggi, ad altissima qualità e risoluzione. Ci serviva veramente, uno strumento che migliora le nostre prestazioni, con dei trattamenti più mirati, secondo le esigenze dei vari pazienti. Seguiamo 200 pazienti e vogliamo alzare il tiro a 1800 esami l’anno, riducendo l’attesa a soli due mesi“.

Giovanni Rabbia, presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo: “Un grandissimo onore questa giornata. Arriviamo a un traguardo, dopo aver seminato speranza. Ringrazio tutti voi di cuore, con tenacia la sanità saluzzese si presta per il prossimo. Il lavoro si fonda su basi solide e operatività“.

Sindaco Calderoni: “Momento significativo e positivo, il ciclo di serate è un’iniziativa opportuna. I reparti dell’ospedale sono un’eccellenza, c’è una voglia costante di innovazione, con l’aspetto umano nei confronti del paziente. Grazie alla Fondazione, possiamo essere all’avanguardia. Si offre un servizio attento e capillare“.

Dr. Paolo Viazzi, Endoscopia digestiva: “Donati due video enoscopi, un colonscopio e un gastroscopio. Già operativi e funzionanti“.

Pietro La Ciuria direttore dell’Oncologia: “Una comoda poltrona per la chemioterapia, donata dallo Zonta Club, per un totale di quattro poltrone a disposizione dei pazienti, oltre ai cinque letti. Tutto questo per la mini qualità di vita di tutti i giorni“.