La Costituzione ai neodiciottenni, un gesto simbolico di grande valore

0
42

Anche il 2018 a Cherasco si è chiuso con la consegna della Costituzione italiana ai neodiciottenni. Nella sala consigliare, massima espressione della vita amministrativa della città, sono stati in tanti i ragazzi che si sono presentati all’invito del sindaco e dell’assessore alle Politiche giovanili.

 

«La Costituzione – hanno salutato il primo cittadino Claudio Bogetti e l’assessore Elisa Bottero – è il pilastro del vivere civile, frutto di battaglie fatte nel nome della democrazia e della libertà. Non è un semplice libro di regole, ma una pietra fondamentale che tutti siamo chiamati a conoscere e rispettare. Compiere 18 anni è un passo importante, significa entrare ufficialmente nella vita adulta e assumere responsabilità. Questo dono che facciamo da anni ai neodiciottenni vuole essere un avvicinamento dell’Amministrazione al mondo dei giovani, ma anche un impegno reciproco a collaborare per una comunità sempre migliore».

 

Presenti alla consegna anche i rappresentanti dell’Avis che hanno spiegato ai giovani il valore della donazione di sangue, sottolineando come questo gesto, apparentemente piccolo e che non richiede grandi sacrifici, sia importantissimo per tante persone che soffrono e rischiano la vita.

 

A rimarcare l’importanza simbolica del dono della Costituzione ai neomaggiorenni la presenza del vicesindaco Carlo Davico, dell’assessore Massimo Rosso, dei consiglieri Sergio Barbero, Pino Bonura, Mara Degiorgis, Daniela Domeniconi.

 

Non hanno voluto mancare all’appuntamento anche coloro che con i giovani collaborano ogni giorno, Amos Sarvia dell’associazione Cherasco Young e Valentina Ferrero dell’Informagiovani.