Cuneo:“Inverno al Parco”, tre mesi di appuntamenti per “vivere la natura”

0
111

Conclusi con successo gli eventi speciali per le vacanze di Natale, ha preso il via il programma invernale proposto dal Parco fluviale Gesso e Stura in collaborazione con La Fabbrica dei Suoni, cooperativa che cura le attività didattiche e ricreative del Parco.

La grande novità dell’edizione 2019 di “Inverno al Parco.

Vivi la natura” sono gli appuntamenti “Science&Book”, un nuovo format di divulgazione su temi scientifici e ambientali che si affianca a quello dei “Science cafè”, sperimentato con successo lo scorso autunno. Organizzati in collaborazione con Scrittorincittà, i Science&Book si rivolgono a tutti: in un’atmosfera rilassata e confidenziale, davanti a un tè accompagnato dalle prelibatezze del territorio, un moderatore instaura una chiacchierata con scrittori e pubblico prendendo spunto da libri su temi specifici.
Per il primo incontro, venerdì 18 gennaio alle ore 18, presso il Cdt (largo Barale 1), l’autore di “Un mare di plastica”, Franco Borgogno, parlerà di una delle più gravi emergenze ambientali: i miliardi di pezzi di plastica che galleggiano nei mari di tutto il mondo.

Seguirà, venerdì 8 marzo alla Casa del Fiume (via Porta Mondovì 11 A), “Sulle orme di Ghandi” con Emanuela Nava, autrice di “Sulle orme di Gandhi. Vandana Shiva si racconta” incentrato sulla figura della scienziata e attivista indiana conosciuta per il suo impegno per la biodiversità.

Moderatore di entrambi gli appuntamenti sarà il giornalista e divulgatore scientifico Andrea Vico; la Drogheria Giraudo offrirà una piccola merenda.

Proseguono anche i Science cafè ospitati dall’Open Baladin: il 15 febbraio, per “Montagne fragili”, la scienziata del CNR Elisa Palazzi e Andrea Vico si confronteranno su come il ruolo chiave dei monti per la regolazione del clima sia oggi in pericolo; il 22 marzo, Piero Genovesi dell’ISPRA dialogherà con Andrea Vico su “Specie aliene”, una vera e propria minaccia per la biodiversità.

I Science&Book e i Science Café sono parte del programma di sensibilizzazione al problema del cambiamento climatico che il Parco fluviale porta avanti come capofila, in partenariato con enti italiani e francesi, con il progetto Interreg Alcotra sostenuto dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale “CClimatt–Cambiamenti Climatici nel Territorio Transfrontaliero”.

Rientrano nel progetto anche i laboratori didattico-scientifici rivolti a bimbi e ragazzi previsti per il 25 gennaio presso il Salone comunale di Castelletto Stura “Meteorologi per un giorno” e per il 23 febbraio alla Casa del Fiume “Spremimenti. Esperimenti prêt-à-porter”.

Sono invece rivolte agli adulti le iniziative “erbe e dintorni” alla Casa del Fiume: il 9 febbraio, l’incontro-laboratorio sugli oli essenziali “Balsamica-mente”; il 14 marzo, la serata a cura di Marta Spada “Le erbe delle donne” sui rimedi erboristici adatti alle fasi di vita della donna. A queste si aggiunge, il 28 febbraio, “Con il mio primo telescopio” a cura dell’Associazione Astrofili Bisalta.

Ideali sia per i grandi sia per le famiglie l’escursione (500 m di dislivello) “Ciaspolando. Verso l’Impero” in programma il 27 gennaio con ritrovo presso il Municipio di Vignolo e la serata “Con gli occhi all’insù” curata dall’Associazione Astrofili Bisalta il 29 marzo alla Casa del Fiume.

Sono per le famiglie con bambini le proposte alla Casa del Fiume “Chi va piano va sano e va lontano” in programma il 27 febbraio in occasione della Giornata mondiale della lentezza e il laboratorio “Un cielo da favola lab” del 28 marzo. Ulteriori appuntamenti alla Casa del Fiume dedicati ai più giovani saranno il 9 febbraio con “Detective della natura”, il 9 e il 16 marzo con “Obiettivo fotografia. Teens” e il 16 marzo con “Colorati di natura”. In occasione della Giornata mondiale dell’acqua, infine, il 23 marzo, sulle piste ciclabili Lungo Gesso e alla Casa del Fiume, “La macchina del tempo”, per capire cosa rappresentavano per i nostri nonni i corsi d’acqua e le loro sponde.

L’evento speciale per la festa più divertente dell’anno è con “Carnevale Alpino. Orsi, lupi e animali selvatici”: il 2 marzo Rosella Pellerino racconterà delle creature del bosco, per poi costruire maschere e costumi ispirati ai personaggi tradizionali delle nostre montagne.

Per tutto il periodo invernale e oltre, fino a al 30 giugno, rimarrà aperta alla Casa del Fiume l’esposizione “Effetto farfalla. Mondi diversi in una sola vita” a cura di Dario Olivero e Cecilia Noce con visite guidate speciali seguite da approfondimento artistico e laboratorio a cura degli studenti del Liceo Artistico di Cuneo nelle giornate del 20 gennaio, 17 febbraio e 17 marzo.

Per scoprire tutte le iniziative di Inverno al Parco