Per l’AIDO Sezione Provinciale di Cuneo un 2018 dai grandi risultati

Salgono a 16.000 unità la lunga lista dei "candidati donatori"

0
100

Si è da poco concluso l’anno e per l’Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule della provincia “Granda” è giustamente venuto tempo di stilare il bilancio dell’attività svolta sul 2018.

Grazie alla presenza di un nutrito numero di gruppi comunali sono stati concretizzati tantissimi eventi, oltre 200, che nel corso dell’anno hanno portato informazione, cultura ed adesione al “dono”.

Ecco allora che, anche grazie al coordinamento della Sezione Provinciale AIDO di Cuneo, l’attività svolta ha prodotto un risultato indubbiamente di spessore ed importanza: ben 600 è il numero dei nuovi “soci AIDO” che si sono positivamente espressi sulla donazione degli organi facendo così a salire a 16.000 unità la lunga lista dei “candidati donatori”.

Siamo davvero soddisfatti per questo risultato sì significativo che premia il tanto lavoro profuso in modo volontario e gratuito da tutta la rete dirigente AIDO del cuneese” – dice il Presidente Gianfranco Vergnano che aggiunge – “I dati, i numeri sono elementi indiscutibili che rendono merito all’impegno sì tanto da posizionare la nostra provincia come la prima realtà di crescita in AIDO Piemonte, un grande onore per tutti coloro che generosamente hanno aderito al “dono” vincendo timori, dubbi e paure. Il nostro ruolo dirigente dovrà sempre più essere professionale, competente e capace, AIDO infatti sarà una volta di più un movimento culturale che dovrà lavorare al fianco dei comuni che a macchia d’olio stanno via via aderendo a “una scelta in comune”, legge di Stato che permette a tutti i cittadini di esprimersi sulla donazione al momento del rinnovo della carta d’identità”. 

“Tanto è stato fatto e tanto è ancora da fare perchè oggi quattro sono le possibilità di avere bisogno di un trapianto contro una di donare, un dato che non possiamo trascurare e che dev’essere di stimolo ad un impegno sì maggiore ” – aggiunge il Vice Presidente Vicario Sergio Provera a cui fa eco Enrico Giraudo anche lui Vice Presidente – “Ci aspetta un 2019 dalle grandi sfide perchè ancora oggi son quasi 9.000 i malati in lista d’attesa per un trapianto ed è nostro obbligo non abbassare la guardia e proseguire anche su questo nuovo anno a stimolare ad aderire a chi ha ancora perplessità che tutti noi dobbiamo portare a vincere e superare“.

Simpaticamente posso affermare che siamo la “carica dei 600” con un “+1″ frutto di un nuovo candidato donatore che proprio il primo giorno dell’anno si è iscritto con il Gruppo Comunale di Cuneo” – conclude il Presidente Vergnano – “e se il buongiorno si vede dal mattino, anche il 2019 sarà un successo…quello che tutti noi auspichiamo per ridare una speranza di vita a chi è in lista d’attesa per un trapianto“.
Keep calm & iscriviti ad AIDO: “[email protected]” o contatta il 327.0450695

c.s.