SPECIALE 2018 IN GRANDA – Tempo di bilanci anche per Cavallermaggiore: “La speranza è che questa città continui ad essere un’opportunità”

A pochi giorni dall’inizio dell’anno nuovo ecco le parole del sindaco Davide Sannazzaro per stilare un bilancio sul 2018 e mettere le basi per un 2019 ricco di buoni propositi.

0
466
Davide Sannazzaro (Foto Alberto Gandolfo/Time Warp Cavallermaggiore)

Proseguiamo la nostra rassegna dedicata al 2018 delle principali località della provincia di Cuneo: questa volta è il turno di Cavallermaggiore, del sindaco Davide Sannazzaro.

Si è da poco concluso l’anno 2018, quali sono i progetti che si sono rivelati vincenti per la sua città?

“Per quanto riguarda le manifestazioni sicuramente la “Fiera del Gorgonzola” che ha raggiunto la terza edizione ma è in continua crescita grazie anche al legame con l’azienda Biraghi che vanta il titolo di terzo produttore in Italia di gorgonzola.                        Un’altra soddisfazione è stata riuscire ad ospitare la XIII de “Il Ruggito delle Pulci”, il circo che coinvolge bambini e adolescenti che ha inondato tutta la città.                                Anche la XX edizione della mostra del libro ha riscosso molto successo a Cavallermaggiore. Il traguardo di cui andiamo molto fieri è assolutamente l’aver messo in pista finalmente la progettazione della nuova biblioteca civica e un nuova riorganizzazione degli uffici, questo lo stiamo facendo tramite un progetto partecipato.”

Quali sono invece le situazioni che risultano ancora spinose per Cavallermaggiore?

“Abbiamo vinto un bando regionale riguardante i lavori da fare alla bocciofila ma purtroppo c’è stato un forte ritardo, speravamo di chiudere la questione nel 2018 e invece la loro conclusione è stata rimandata a quest’anno.                                                              Sono state rifatte tutte le aree gioco della città ma stiamo faticando a portare a termine i lavori nel parco gioco delle scuole elementari a causa dei continui atti vandalici.              Oltre alle problematiche, all’ordine del giorno nel lavoro di un sindaco, credo che nel 2018 il vero momento difficile del nostro comune sia stato legato ad un lutto, parlo del bimbo di 6 anni che a cinque giorni dal suo compleanno è stato investito da una macchina alla fermata dello scuolabus il 23 Maggio, per la prima volta, da quando sono sindaco io è stato indetto il lutto cittadino. È stato un momento veramente faticoso.”

Propositi per il nuovo anno?

“I progetti in cantiere sono tanti, sicuramente riuscire a concludere quei lavori che sono stati rallentati nel 2018 e continuare la progettazione di una nuova tangenziale con la chiusura di uno dei due passaggi a livello principali della città.”

Cosa augura ai suoi cittadini per il 2019?

“La teoria di questa amministrazione è che la città continui ad essere un opportunità e che quindi prima di andare a cercare altrove la possibilità di fare delle cose, i nostri cittadini continuino a vedere nella nostra comunità un motivo per crescere e non per allontanarsi.”