Cervere, gli auguri del sindaco Marchisio per un 2019 “amico delle famiglie e degli investimenti pubblici”

0
191

Un 2019 che si conferma in cantiere sia per le opere pubbliche sia per le politiche di bilancio, è quello annunciato dal Sindaco Corrado Marchisio per la parte conclusiva del primo mandato politico – amministrativo avviato nel 2014 a Cervere.

Gli auguri per il nuovo Anno, da parte della civica Amministrazione comunale, sono affidati ai provvedimenti che hanno contrassegnato questi ultimi due mesi, con il varo del documento unico di programmazione e del bilancio di previsione annuale e triennale 2019-2021, in attesa delle novità che si potrebbero sbloccare per i piccoli Comuni con la nuova legge Finanziaria sul piano dei contributi aggiuntivi per i lavori pubblici e del riconoscimento di maggiori spazi di autonomia sugli avanzi di gestione.

Il bilancio per l’esercizio 2019 si ispira a criteri di prudenza e diligenza, al netto degli effetti della manovra economica nazionale appena approvata dal Parlamento, e quindi punta a stabilizzare l’attuale quadro di ripresa a livello locale lasciando invariate le aliquote fiscali e confermando le iniziative a favore di cittadini e famiglie cerveresi in difficoltà”, commenta il Sindaco: “I servizi sociali e familiari possono contare su risorse correnti in linea con quanto realizzato finora, mentre in settori come scuola e residenzialità per anziani abbiamo agito con piani di investimento destinati a rafforzare la qualità della didattica, del tempo libero e della cura per gli anni a venire. Come avvenuto per il progetto sulla palestra e quello più recente sulla scuola Vernassa, ammesso dalla Regione, la nostra Giunta e gli uffici tecnici comunali hanno lavorato con grandissimo impegno, cogliendo in piena autonomia le possibilità offerte da bandi ministeriali, regionali e delle fondazioni bancarie, operando una vera e propria ricerca serrata di finanziamenti”.

Accanto alla riqualificazione del complesso scolastico primario, la Giunta ha inserito nell’annualità 2019 del piano per gli investimenti anche 125.000 euro – contro i 90.000 iniziali – di manutenzioni straordinarie su strade di competenza cittadina, di cui circa la metà coperta dalla Regione con mutuo a carico della stessa, mentre è stato iscritto nel 2020 un capitolo strutturale di oltre 2 milioni per la messa in sicurezza complessiva del territorio.

In totale sono 16 i progetti in fase di esecuzione e derivanti dalle deliberazioni già assunte negli esercizi precedenti, e molti di essi vanno a risoluzione di questioni talvolta storiche e “affrontate con senso di responsabilità nel corso di questo mandato, come la riqualificazione della Via Beato Bartolomeo”.

Tutto senza dimenticare il turismo e la promozione delle eccellenze locali, “garantita non solo tramite stanziamenti mirati ma anche attraverso lo svolgimento delle attività amministrative e tecniche per facilitare e incoraggiare quella grande forza vitale che è il volontariato, quasi 400 persone che affiancano il brillantissimo Consorzio dei produttori, la Pro loco e gli esercenti economici”.

AZ