Cuneo: quanto è “smart” la provincia Granda? (VIDEO)

Un progetto promosso dalla Fondazione CRC ha cercato di misurare il livello di smartness della nostra provincia, premiando i Comuni migliori

0
1030

Quanto è “smart” la Granda? La domanda se l’è posta la Fondazione Crc, che ha provato a dare alcune risposte promuovendo un progetto, il “Premio Comune Smart 2018”, con l’obiettivo di stimolare tutti i Comuni della Granda per “alzare l’asticella del livello di smartness”.

L’iniziativa, promossa con il patrocinio di Anci Piemonte e Uncem Piemonte, si inserisce nell’ambito del Programma strategico Cuneo Provincia Smart, volto a favorire la diffusione di buone pratiche di innovazione nella pubblica amministrazione e nel tessuto economico locale. La Fondazione ha invitato tutti i 250 Comuni della Granda ad aggiornare la loro situazione, tramite la compilazione di un form online. Quindi è stata stilata una classifica, in base alle capacità dei vari Comuni di far fronte alle sfide della moderna società.

Oggi, venerdì 14 dicembre, è avvenuta la premiazione dei migliori, al termine di un incontro dal titolo “Le migliori esperienze smart in provincia di Cuneo per uno sviluppo diffuso”. “Siamo contenti perché attraverso questo progetto abbiamo coinvolto i nostri Comuni – ha spiegato il presidente della Fondazione CRC Giandomenico Genta -. In tanti hanno concorso e si sono impegnati per rendere i Comuni più smart. Il nostro obiettivo è quello di diventare, nel 2020, la provincia più smart d’Italia”.

Presente anche il sindaco di Cuneo e presidente della Provincia Federico Borgna: “In un momento storico di grandi cambiamenti, soprattutto economici, con questa iniziativa la Fondazione CRC ha fatto un buon servizio per il territorio”. “Eventi come questo ci aiutano a far capire che è possibile fare innovazione in modo efficace anche nei piccoli centri – ha aggiunto Michele Pianetta, vice presidente all’Innovazione ANCI Piemonte -. Si possono aprire opportunità importanti, ne siamo convinti, ma è necessario investire risorse sia in connettività che in servizi digitali”.

Poi, dopo gli interventi di Giorgio Gallo, curatore della mappatura (coordinata dal Centro Studi e Innovazione della Fondazione CRC) e del sociologo Aldo Bonomi, direttore del Consorzio Aaster e autore del volume “Dalla smart city alla smart land”, si è proceduto con la premiazione. Nella categoria Comuni Maggiori 1° posto per Cuneo; tra i Comuni Grandi e Medi successo per Beinette, tra i Comuni Piccoli in prima posizione Beinette, mentre tra i Comuni Molto Piccoli il riconoscimento è andato a Niella Belbo. Menzioni speciali per i Comuni di Alba (Mobility), Bernezzo (People), Borgo San Dalmazzo (Energy), Mondovì (Culture) e Novello (Economy).

Ai nostri microfoni, ecco il commento del presidente della Fondazione CRC Giandomenico Genta.