Rientra in Italia dopo l’espulsione: 30enne albanese arrestato vicino al Tunnel di Tenda

0
277

Prosegue senza sosta da parte degli uomini della Polizia di Frontiera diretta dal dott. Martino Santacroce, l’ attività di vigilanza volta alla prevenzione e al contrasto dell’immigrazione clandestina e dei reati connessi.

Nei giorni scorsi, durante una di queste operazioni è stato arrestato uno straniero con l’accusa per aver fatto ingresso illegalmente in Italia.
L’uomo H.S., trentenne albanese senza fissa dimora sul territorio nazionale e gravato da numerosi precedenti di Polizia, è stato identificato in seguito di controlli effettuati nei pressi del tunnel del Colle di Tenda.

Da una verifica in banca dati è risultata subito la sua posizione di irregolarità. Egli infatti era già destinatario di un provvedimento di espulsione emesso nel settembre scorso dal Prefetto di Imperia con accompagnamento coattivo alla Frontiera da parte di personale della Questura di Imperia , già eseguito a mezzo di vettore aereo partito dall’Aeroporto di Genova.

Poiché, in virtù di tale provvedimento non avrebbe potuto rientrare in Italia per cinque anni dalla sua espulsione senza autorizzazione ministeriale, veniva accompagnato presso gli Uffici del Settore di Limone Piemonte per i prescritti accertamenti di rito e il giorno dopo, condannato dall’ autorità giudiziaria con rito per direttissima, veniva espulso con l’ordine del Questore di Cuneo di abbandonare il territorio italiano.

c.s.