Progetti di adeguamento antincendio nelle scuole in provincia di Cuneo per 267 mila euro

0
93

Si sono riaperti i termini del bando regionale per la concessione di contributi straordinari agli edifici scolastici su opere di adeguamentantincendio finalizzati alla relativa certificazione (Scia antincendio). Ciò ha permesso alla Provincia di inserire – oltre ai 20 progetti già presentati qualche settimana fa per un totale di circa 94 milioni di euro – altri interventi per opere di adeguamento normativo antincendio sugli istituti scolastici superiori, per un totale di 267 mila euro. Si tratta per adesso del Liceo Scientifico “Ancina” di Fossano, dell’Istituto “Eula Arimondi” di Racconigi e del Liceo Scientifico “Bodoni” di Saluzzo.

Il Settore Edilizia della Provincia ha svolto tutte le verifiche di vulnerabilità sismica degli istituti superiori per rientrare nei “prerequisiti” per la finanziabilità degli interventi, come stabilito dalla Regione. Il contributo verrà concesso sulla base di specifica graduatoria ed erogato a seguito dell’effettivo ottenimento della Scia.

Al Liceo Scientifico “Ancina” il progetto definitivo ammonta a 89 mila euro e riguarda opere di modifica relative all’impianto antincendio in modo da renderlo conforme alla norma uni 10779:2014 e di riqualificazione di resistenza al fuoco (ei60) di alcune murature esistenti. Saranno sostituite le porte tagliafuoco non più in grado di garantire la tenuta con nuove di analoga prestazione tagliafuoco, oltre all’installazione della cartellonistica di sicurezza indicante le attrezzature antincendio e il sistema di vie di esodo.

Per l’Istituto superiore “Eula Arimondi” di Racconigi il progetto definitivo è di 112 mila euro e riguarda le opere di modifica relative all’impianto di segnalazione incendi con l’aggiunta di rilevatori di fumo nei locali a più alto rischio incendio oltre all’aggiunta e riqualificazione di resistenza al fuoco di alcune murature esistenti. Anche in questo caso saranno sostituite le porte tagliafuoco non più in grado di garantire la tenuta e verrà protetta, mediante l’inserimento di pannelli e vetrate resistenti al fuoco, la scala di sicurezza esterna del fabbricato.

Infine, per il Liceo Scientifico “Bodoni” di Saluzzo è stato predisposto un progetto definitivo di 66 mila euro per opere di modifica dell’impianto antincendio da rendere conforme alla norma, compreso l’isolamento delle tubazioni correnti in vista al piano interrato e di riqualificazione di resistenza al fuoco di alcune murature esistenti.

Anche a Saluzzo saranno sostituite le porte tagliafuoco non più consone e la scuola dovrà essere dotata della cartellonistica di sicurezza indicante le attrezzature antincendio, il sistema di vie di esodo e l’impianto fotovoltaico. Sarà anche necessario sostituire il controsoffitto della palestra per renderlo conforme alle caratteristiche di reazione al fuoco richieste dalla normativa vigente.

c.s.