Comportamento offensivo e violento di tifosi e tesserati contro la terna arbitrale: mannaia del Giudice Sportivo sul Derthona

Società multata di 400 euro, diversi giocatori squalificati

0
140

Una vera e propria mannaia del Giudice Sportivo si è abbattuta sul Calcio Derthona dopo la convulsa sfida persa 4-2, in casa, contro la Benarzole nella nona giornata di Eccellenza (Girone B). Un match nel quale i bianconeri hanno chiuso in 8 uomini a causa di tre espulsioni, durante il quale i tifosi locali avrebbero tenuto un comportamento “offensivo e minaccioso” ed al termine del quale alcuni tesserati, secondo quanto riportato dal referto arbitrale, si sarebbero resi protagonisti di “condotte gravemente violente ed intimidatorie” nei confronti dei direttori di gara.

Il bilancio è di una multa e di diverse squalifiche. Il Calcio Derthona Srl infatti è stato sanzionato di 400 euro “per la condotta gravemente offensiva e minacciosa dei propri sostenitori nei confronti della terna arbitrale, per tutta la durata della gara nonchè per le condotte gravemente violente ed intimidatorie tenute dai propri tesserati al termine della gara nei confronti della terna. – si legge nelle motivazioni – La sanzione così comminata tiene altresì conto della ingiustificabile inerzia dei Dirigenti della società CALCIO DERTHONA SRL, che non intervenivano a placare gli animi dei giocatori, venendo così meno sia al proprio compito educativo sia ai doveri connessi al ruolo di società ospitante“.

Il dirigente del Derthona Vincenzo Lombardi è stato inibito fino al 20 dicembre per “comportamento irrispettoso e ingiurioso nei confronti dell’arbitro“. Pesanti le squalifiche ai calciatori: Daouda Sylla è stato fermato per ben 8 giornate “Per condotta violenta consistente nell’aver colpito intenzionalmente il direttore di gara facendolo vacillare e spintonandolo più volte. Inoltre per le proteste reiterate al termine della gara in prossimità degli spogliatoi. La sanzione comminata andrà considerata ai fini dell’applicazione delle misure amministrative a carico della società deliberate dal Consiglio Federale con comunicato 104/A del 17/12/2014 (art. 16, comma 4 bis del C.G.S.)“.

Quattro turni di stop per Alex Mazzocca “per condotta gravemente ingiuriosa e irrispettosa nei confronti del direttore di gara e per continue proteste reiterate anche al termine della gara, attendendo l’arrivo dell’arbitro negli spogliatoi“.

Una giornata di squalifica invece per Tommaso Artioli e Marcello Genocchio (per recidiva in ammonizione). Tre gare ai box anche per Matteo Guazzo.