Derby a tinte biancazzurre: l’Abet Bra supera la Virtus Fossano 90-74 (FOTO)

Nell'unico incrocio della Granda in C Gold, gli uomini di coach Lazzari hanno la meglio con la formazione di Magagnoli, però impeccabile nei primi due quarti

0
614
La concentrazione di Gabriele Alberti (Abet Bra) in lunetta contro la Virtus Fossano

Da una parte la quinta vittoria consecutiva, dall’altra il quinto stop di fila.

Potrebbe riassumersi, così, l’unico derby della Granda di C Gold tra l’Abet Bra e la Virtus Fossano, giocatosi ieri sera al palasport di viale Risorgimento, a Bra.

Un 90-74 per i biancazzurri padroni di casa, però, messi in difficoltà dai fossanesi per i primi due quarti del match.

Abet, dunque, a punteggio pieno e leader insieme a Trecate; Fossano fanalino di coda in coabitazione con Il Canestro Alessandria.

Coach Andrea Lazzari sceglie questo quintetto iniziale per i braidesi: Bernabei, Alberti, Francione, Cagliero, Dello Iacovo. Indisponibili Vetrone e Marenco.
Il collega Michael Magagnoli, dei fossanesi, opta per: Grosso (ex), Ait Ouchane, Fiore (ex), Comino (classe 1975) e Soriani.

Grosso fa la “voce grossa” andando a segno dall’arco, con Cortese che gli risponde sponda Abet. Il “batti e ribatti” premia i bianconeri fossanesi, che approfittano di qualche spiraglio di troppo lasciato dagli avversari. 20-24 al termine dei primi 10 minuti.

Una bomba di Gramaglia e due giocate fondamentali di Alberti (alley-oop e due su due dalla lunetta), riportano l’Abet in parità; la Virtus non molla l’osso, al cospetto della capolista. Ancora Alberti, poi Cagliero (a 40 secondi dalla sirena) fa vibrare la retina con il canestro del sorpasso, 42-41 e squadre all’intervallo lungo.

Cagliero è, ancora, protagonista all’inizio del terzo periodo, l’Abet allunga e Fossano accusa il colpo. Cortese e Cagliero “fanno male” alla difesa avversaria, con Bernabei che colpisce dall’arco per il 69-57. Chiusura di quarto con i braidesi avanti per 71-59.

Ancora Bernabei in grande spolvero nell’ultimo spicchio di partita, la Virtus prova a rientrare ma il “muro” dell’Abet regge bene. Lo score aumenta e i padroni di casa continuano a spingere sull’acceleratore; a tre minuti e a due minuti dalla fine, coach Lazzari concede l’ingresso in campo, rispettivamente, ai giovanissimi Enrico Conforto (ala classe 2000) e Simone Aubry (play classe 2001).

La contesa si chiude tra gli applausi sul 90-74, la Virtus deve alzare bandiera bianca al cospetto della capolista, ma lo fa con onore e “combattendo” per metà partita ad armi pari.

In casa Bra, sugli scudi Gabriele Alberti (ala) con 21 punti e 24 di valutazione, Alessandro Cagliero (ala) con 19 punti e 26 di valutazione; sul fronte Fossano, 18 punti a testa per Giordano Chakir (lungo) e Ares Fiore (guardia).

Sabato 10 novembre (ore 20,30) l’Abet Bra sarà di scena a Moncalieri contro la Pms; la Virtus Fossano (domenica 11 novembre alle 18,30) ospiterà il Don Bosco Crocetta.

Tabellino completo di Abet Bra-Virtus Fossano.