Volley A2/M: una brutta Cuneo non passa a Catania. Biancoblu ko 3-1

0
550

Monday Night amaro, amarissimo, per la Bam Acqua S.Bernardo Cuneo, che cade 3-1 a Catania dopo una partita in cui i ragazzi di Barisciani non sono mai riusciti a prendere slancio e a dare continuità al proprio gioco, spesso falloso, in tutti i fondamentali. I biancoblu, sottotono nei primi due set, rialzano la testa nel terzo e combattuto parziale, allungando il match ma non riuscendo a tornare dalla Sicilia con qualcosa in tasca. Arriva quindi la seconda sconfitta su altrettante trasferte, nonostante il rientro di Caio dopo l’infortunio (con un ventello sfiorato a referto) e gli ottimi segnali mostrati nel match vinto, in casa, contro Cisano Bergamasco.

SESTETTO CATANIA

Al palleggio Finoli, opposto Gradi; centrali Porcello e Mazza, in banda Corrado e Bonacic; libero Pricoco.

SESTETTO CUNEO

In regia Cortellazzi, opposto Caio, nuovamente disponibile dopo l’infortunio alla caviglia; in mezzo Alberghetti e Picco; schiacciatori Galaverna e Bolla, libero Prandi.

PRIMO SET

E’ di Cuneo il primo guizzo in avanti, con i centrali subito nel vivo del gioco: apre Alborghetti, che poi si ripete con il primo tempo del +2 (3-5). L’ace di Cortellazzi vale il 4-7. Mentre Alborghetti continua a con un primo tempo letale in questo avvio, i padroni di casa si aggrappano alle giocate di Gradi: suo il mani out dell’8-10. Doppio ace di Porcello, prima su Galaverna, poi su Bolla: sorpasso Catania (12-11) e time out Barisciani. Galaverna stoppato da Mazza, poi Bonacic incrocia da posto 4, 16-13. Caio manda fuori in diagonale, Cuneo sotto di 4 lunghezze, altro time out chiesto da Barisciani (18-14). BAM che patisce il muro biancorosso: Bola fermato da Porcello, 21-16. Ace vibrante di Bonacic, altro muro di Procello, sei set point per Catania: Picco attacca a rete, 25-18.

SECONDO SET

Gioco che si apre con la pipe vincente di Corrado, 1-0. Il muro siciliano continua a fare la differenza: Gradi mette giù il 3-1, poi l’ace di Porcello, +3. Cuneo sotto 5-1, Barisciani richiama subito i suoi in panchina: biancoblu che risalgono la china e si riportano a -1 con il muro di Picco (5-4). Magia di Finoli, che infiamma il pubblico di Catania, intanto Galaverna tiene in scia gli ospiti (9-8). Il video-check premia Caio, Cuneo resta a -1 (10-9). L’opposto brasiliano e la zampata di Cortellazzi valgono il pari a quota 12. Porcello sale in doppia cifra con l’ennesimo primo tempo, 16-16. Il centrale biancorosso domina e riporta, con altri due punti di fila, i catanesi avanti: 18-16. Menardo, da poco entrato, “cicca” un facile intervento difensivo, Cuneo regala il 23-20 a Catania. Sono tre i set point: al secondo, Galaverna manda fuori il servizio: 25-22.

TERZO SET

L’ace di Finoli apre il terzo set: Cuneo reagisce ed assesta un prezioso break di 4-0 (1-4). Ospiti che finalmente riescono a prendere un po di slancio: scambio confuso, lo risolve Galaverna per il 5-9. Piemontesi che alzano anche il livello del muro con Alborghetti sugli scudi: 7-12 e time out per Puleo questa volta. Alti ritmi in questa fase con Cuneo che spinge per tenere il vantaggio: lungo scambio, con salvataggio di rimpallo Bolla (di piede)-Prandi che non basta, Corrado colpisce per il -3 (12-15 e time out Barisciani). La pipe di Galaverna si schianta sul muro di Porcello, 13-15. Cuneo che resiste e sfrutta gli errori avversari: 14-18. Controbreak Catania, con Cuneo che si ferma, di nuovo, improvvisamente: 18-19, dentro Dutto per Picco. Cuneo che pasticcia molto, ma che con il carattere resta avanti: a segno Galaverna (14° punto per lui), 20-23. Alborghetti concede tre set point ai biancoblu: annullato il primo, Caio chiude i conti, 22-25.

QUARTO SET

Catania che scatta in apertura di set: 6-3. Cuneo troppo fallosa in questa fase, sull’8-4 Barisciani ferma il gioco. Biancoblu che provano con discontinuità nel gioco a restare aggrappati alla gara: Caio in diagonale firma l’11-8. L’ace di Finoli ricaccia gli ospiti a -4 (14-10). Porcello torna a fare male, malissimo: primo tempo poderoso, 17-13 e sedicesimo punto a referto per il centrale catanese. Cuneo che sembra non averne più, anche a livello di reattività: sul 19-13 Barisciani ferma il gioco. Il muro di Mazza lancia Catania verso il rush finale: 22-16. Erroraccio di bolla al servizio: 5 match point Catania (24-19). Caio annulla al primo, sul servizio out di Dutto cala il sipario: 25-20 e 3-1 Catania.

Non c’è troppo tempo per fermarsi e leccare le ferite: giovedì 1° novembre si torna in campo, per una gara già fondamentale, considerando il regolamento e la difficoltà di questo campionato di A2: al PalaUbiBanca arriva la Videx Grottazzolina (ore 18), per la quarta giornata del Girone Blu.

BAM ACQUA S.BERNARDO CUNEO-ELIOS MESSAGGERIE CATANIA 3-1 (25-18, 25-22, 22-25, 25-20)

CATANIA: Finoli 4, Gradi 15, Porcello 16, Mazza 7, Corrado 12, Bonacic 14, Pricoco (L). De Costa, Petrone. NE: Reina, Chillemi. All. Puleo.

CUNEO: Cortellazzi 2, Caio 19, Picco 2, Alborghetti 6, Bolla 8, Galaverna 16, Prandi (L). Menardo 1, Dutto 3. NE: Amouah, Chiapello, Testa, Armando. All. Barisciani.