Il contributo al “Piano straordinario di interventi estivi” della Guardia di Finanza di Biella

0
208

Anche quest’anno la Guardia di Finanza di Biella ha dato il proprio contributo
nello svolgimento del “Piano straordinario di interventi estivi” concretizzatosi, su
scala nazionale, in 22.271 controlli nelle varie località balneari, di montagna e nelle
città d’arte. In media quasi 500 operazioni al giorno – il doppio rispetto all’anno
scorso – che rientrano nel piano straordinario di interventi messo a punto dal Corpo
durante l’estate.

L’obiettivo di questo dispositivo, nel tempo sempre più perfezionato e
potenziato, è stato quello di contrastare, con sempre maggiore incisività, tutti i
fenomeni illegali in grado di turbare il libero svolgimento delle imprese sane e
garantire, contemporaneamente, il massimo livello di sicurezza economicofinanziaria
ai cittadini.

Molteplici sono stati gli interventi svolti dalle Fiamme Gialle del capoluogo
laniero che hanno portato alla denuncia a piede libero di tre soggetti, un italiano e
due extra-comunitari, ognuno per reati differenti.

Nel primo caso un italiano residente in provincia aveva installato nel giardino
della propria abitazione, ben occultato, un piccolo distributore di carburante senza
alcuna autorizzazione e senza alcuna certificazione attestante la sicurezza
dell’impianto, in completa violazione dell’art. 679 del C.P. e dell’art. 40 comma 1 del
D. Lgs. 504/95. L’impianto, e circa 400 litri di carburante, sono stati posti sotto
sequestro.
Nel secondo caso un cittadino originario del Bangladesh, residente fuori
provincia, è stato sorpreso, in pieno centro cittadino, nell’atto di vendere “porta a
porta” dei profumi recanti i più noti brand nazionali ed internazionali finemente
contraffatti in violazione degli artt. 474 e 648 del C.P. I prodotti sono stati
sequestrati e il soggetto deferito alla locale Procura della Repubblica.

Infine, a conferma della costante presenza dei militari sul territorio della
Provincia, è stato denunciato un soggetto di origine nigeriana colto mentre tentava
il furto di un capo di abbigliamento presso un noto negozio sportivo sito all’interno
del Centro Commerciale “Gli Orsi”.

Le Fiamme Gialle biellesi inoltre, hanno riposto anche particolare attenzione al
controllo sulla sicurezza dei prodotti posti in commercio, sfociato, in due occasioni
distinte, nel sequestro amministrativo complessivo di nr. 419 articoli relativi a
prodotti per la pulizia e la protezione delle calzature.