Pane in pessime condizioni igienico-sanitarie: multa per un forno di Torino

Il carico è stato fermato dalla Polizia di Stato in Via Ormea: ispezionato il locale, gestito da un magrebino

0
1072

Stamane, sabato 1° settembre, una pattuglia della Polizia di Stato, per un controllo, ha fermato in via Ormea un automobilista sorpreso nell’occasione a trasportare un’ingente quantità di pane in condizioni igienico sanitarie precarie. Gli Agenti hanno attivato il servizio Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione dell’A.S.L. TO1 di Torino e gli Agenti di Polizia Municipale del Comando San Salvario per ulteriori accertamenti. L’automobilista ha dichiarato di rivendere come grossista detti pani presso alcuni esercizi pubblici e di acquistarlo presso un forno di via Ormea. Gli Agenti della Polizia Municipale hanno così proceduto a ispezionare questo forno dove si è constatato che il titolare, cittadino di origini magrebine, era totalmente sprovvisto di titoli autorizzativi e sanitari.

Viste le condizioni insalubri del laboratorio si è provveduto alle contravvenzioni del caso che assommano a oltre 7000 euro e sono state imposte le dovute prescrizioni di Legge. Il pane malamente trasportato, senza alcun rispetto delle norme igienico sanitarie, circa 30 chilogrammi di prodotto sfornato e circa otto di pasta in lievitazione, è stato sequestrato e trasportato al canile municipale; il conducente dell’auto è stata denunciata per violazione delle norme sul cattivo stato di conservazione di prodotti alimentari nonché contravvenuto per la mancanza di titoli autorizzativi per la vendita come grossista del pane. Sono state, infine, segnalate presunte irregolarità fiscali alla Guardia Di Finanza, nonché specifiche segnalazioni per lavoro in nero.